Beethoven, Bach e Rachmaninov per il ritorno alla Sagra Musicale Malatestiana del pianista Alexander Romanovsky

5
ROMANOVSKY

RIMINI – Torna alla Sagra Musicale Malatestiana il pianista Alexander Romanovsky, artista di grande carisma, considerato uno dei più interessanti interpreti di oggi. Sul palco del Teatro Galli domenica 12 dicembre – ore 17 – il grande solista conclude il ciclo dei concerti di musica da camera affrontando il Preludio in sol minore BWV 535 di Johann Sebatian Bach nell’arrangiamento di Aleksandr Siloti, la Sonata per pianoforte n 14 op. 27 n. 2 Quasi una fantasia – Al chiaro di luna di Ludwig van Beethoven e il ciclo degli Etudes-Tableaux composti da Rachmaninov

Nato in Ucraina, a tredici anni Alexander Romanovsky si è trasferito in Italia insieme alla sua famiglia per studiare all’Accademia pianistica di Imola con Leonid Margarius, che ancora oggi considera la figura più influente della sua vita musicale. Solo quattro anni dopo, a 17 anni, la vittoria al Concorso Busoni gli apre le porte di una carriera internazionale di prestigio, ma sempre vissuta al riparo da tentazioni divistiche: per lui contano i risultati conquistati sul campo, nelle sale da concerto e attraverso importanti incisioni per Decca, come i due cd dedicati a Rachmaninov e Childhood Memories, con gli autori da lui più amati fin dall’infanzia, da Skrijabin a Liszt, da Schumann a Chopin.

Alexander Romanovsky è un artista di particolare interesse perché ha saputo coltivare tecnica e personalità, insieme approfondendo e maturando le proprie conoscenze e idee musicali. Ha dichiarato: «È la musica che deve parlare per me. Lei deve esplodere, non io» e ancora «la musica deve emozionare chi ascolta. Voglio portare l’ascoltatore in un altro mondo, più bello, dove i sentimenti sono molto vari e ti elevano. Chi viene al concerto, deve uscire migliorato».

Definito dal New York Times «un pianista speciale, perché non solo possiede una tecnica straordinaria e la creatività nei colori e nella fantasia, ma è anche un musicista sensibile e un lucido interprete», Romanovsky torna a Rimini a pochi mesi dal suggestivo concerto offerto in estate alla Piazza sull’Acqua, dove il Maestro ha portato il suo tour “Piano B”, con un pianoforte modello B della Steinway & Sons posizionato su uno speciale palco mobile, pensato per permettere di raggiungere il pubblico e portare la musica anche in posti inediti.

Biglietteria Teatro Galli: Tel. 0541.793811, email biglietteriateatro@comune.rimini.it. Biglietti on line su: biglietteria.comune.rimini.it.

Per informazioni: www.sagramusicalemalatestiana.it, www.teatrogalli.it.