A Cattolica taglio del nastro per il rinnovato look di Viale Dante

6

CATTOLICA (RN) – Il completo rifacimento della vecchia pavimentazione deteriorata in più punti, la sostituzione della pubblica illuminazione con il ricorso a più moderni ed efficienti punti luce all’insegna del risparmio energetico e la messa a dimora di nuove palme al posto della precedente alberatura.

È il nuovo e più accattivante look di viale Dante, importante asse turistico-commerciale nel centro di Cattolica, dopo l’intervento di riqualificazione, concluso a tempo di record, dell’ultimo tratto di circa 400 metri compreso tra le vie Milano e via Facchini.

Si tratta di uno dei primi progetti a tagliare il traguardo, grazie ad un contributo della Regione di 506mila euro, su una spesa complessiva di 625mila euro, nell’ambito del programma straordinario di investimenti da 40 milioni di euro approvato un anno fa dalla Giunta di Viale Aldo Moro per sostenere la ripartenza dei territori più colpiti dalla pandemia.

Di questi 40 milioni di euro 12,5 sono stati destinati al territorio riminese e successivamente ripartiti tra i vari comuni della Provincia sulla base di un piano condiviso con la Conferenza territoriale.

Altri 12,5 milioni sono andati alla Provincia di Piacenza, 1 al Comune di Medicina e i restanti 14 milioni ripartiti tra le aree montane e interne delle altre province emiliano-romagnole.

L’inaugurazione del rinnovato asse turistico-commerciale

L’inaugurazione ufficiale della rinnovata arteria, sulla quale si affacciano hotel, ristoranti, bar e negozi alla moda, si è svolta nel pomeriggio di mercoledì 28 luglio alla presenza dell’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini, e del sindaco della nota cittadina balneare emiliano-romagnola al confine con le Marche, Mariano Gennari.

“Questo è davvero un risultato importante– ha sottolineato Corsini-. Un anno fa siamo venuti qui, con il presidente Stefano Bonaccini insieme all’intera Giunta regionale, per dare un segnale concreto di vicinanza ad un territorio che più di altri ha sofferto per le conseguenze della pandemia. L’obiettivo della Regione era quello di sostenere almeno un progetto immediatamente cantierabile e di qualità per ogni comune, partendo da settori strategici come il recupero e la riqualificazione degli spazi urbani, la mobilità sostenibile e il potenziamento e la modernizzazione delle infrastrutture. Con il vostro esempio avete ripagato la nostra fiducia. Solo lavorando insieme – Regione, enti locali, forze economico-sociali e associazioni del territorio – riusciremo a lasciarci alle spalle questo drammatico momento, per ricominciare a progettare il futuro”.

“Dopo l’annuncio dello stanziamento dei fondi regionali- ha commentato Gennari- ci eravamo candidati per essere tra i primi, nel riminese, ad avviare e concludere i lavori. Siamo orgogliosi del fatto che la Regione abbia intravisto nel nostro progetto una best pratice, e siamo particolarmente soddisfatti del risultato raggiunto che andrà a beneficio di tutta la comunità e dei vacanzieri che scelgono la nostra cittadina come località di villeggiatura. Oggi consegniamo ufficialmente alla nostra comunità un viale Dante dal volto rinnovato, completamente ammodernato, accogliente, un’arteria in cui passeggiare e ritrovarsi sarà un piacere”.

I progetti finanziati nel riminese sono 54

In tutto sono stati 54 i progetti finanziati dalla Regione nel riminese. I comuni beneficiati, oltre a Cattolica, sono Riccione (1 progetto), Bellaria-Igea Marina (4), Misano Adriatico (2), Novafeltria (1), San Leo (1), Pennabilli (1), Sant’Agata Feltria (2), Talamello (2), Maiolo (1), Casteldelci (1), Sant’Arcangelo di Romagna (3), Coriano (2), Verucchio (1), San Giovanni in Marignano (2), Morciano di Romagna (2), Montescudo-Monte Colombo (4), San Clemente (1), Poggio Torriana (1), Saludecio (2), Montefiore Conca (1), Mondaino (2), Gemmano (1), Montegridolfo (1) e Rimini (12). La Provincia di Rimini si è vista finanziare 2 progetti.