A Bologna il 14 novembre partono i corsi gratuiti di McKinsey – Generation

37

Due nuovi percorsi di formazione dedicati all’ambito retail, in partenza in 14 città italiane tra il 31 ottobre e il 21 novembre

emilia-romagna-news-24MILANO  Generation Italy riconferma il proprio impegno ad accompagnare i giovani verso il mondo del lavoro, contribuendo a ridurre il fenomeno del mismatch di competenze e della disoccupazione giovanile. La Fondazione non profit creata da McKinsey & Company propone percorsi di formazione gratuiti per il profilo di Addetto alle vendite, aperti a tutti i giovani di un’età compresa tra i 18 e i 29 anni. I prossimi corsi sono programmati per il 14 novembre a Venezia, Bologna, Firenze, Cagliari, Caserta, Genova e Verona, e dal 21 novembre Torino, Milano, Roma e Napoli.
I corsi, della durata di tre settimane ciascuno, sono erogati da remoto in videoconferenza live e non richiedono alcuna competenza pregressa nel settore, solo motivazione e impegno. Per partecipare occorre superare un test di selezione online, disponibile sul sito della fondazione (www.Italy.generation.org), e sostenere un colloquio motivazionale con lo
staff Generation, circa dieci giorni prima dell’inizio del corso selezionato. Generation offre una concreta opportunità di inserimento nel mondo del lavoro al termine del percorso di formazione, garantendo almeno un colloquio con aziende leader del settore.

Il progetto vuole affiancare gli iscritti attraverso un percorso di crescita nell’ambito della vendita retail, fornendo strumenti, competenze tecniche, comportamentali e attitudinali. Attraverso role play, case studies, simulazioni di situazioni di lavoro reali ed esercitazioni pratiche, gli iscritti al programma saranno accompagnati nello studio e nella pratica di tutte le componenti essenziali che caratterizzano il processo di vendita: dall’approccio e l’identificazione delle necessità del cliente sino, ad esempio, alla gestione dei pagamenti, la  vendita di prodotti o servizi aggiuntivi, la chiusura della cassa.
Il progetto nasce dalla consapevolezza di un divario tra domanda e offerta di lavoro: le aziende faticano a trovare i profili di cui hanno bisogno, mentre i giovani riscontrano difficoltà a identificare opportunità professionali in linea con lproprie competenze. Se quindi l’elevato tasso di disoccupazione continua a interessare tutta la Penisola, circa 900.000 posizioni di lavoro restano ogni anno scoperte, in mancanza delle competenze richieste.
Secondo quanto rilevato dall’Istat a dicembre 2021, in Italia sono circa un milione i giovani disoccupati tra i 15 e i 34 anni (391mila tra i 15 e i 24 anni e 606mila tra i 25 e i 34 anni). A settembre 2022 l’Organisation for Economic Cooperation and Development (OECD) ha registrato che nella fascia di età 1524 il 21,2% dei giovani italiani è disoccupato, un tasso superato in Europa solo da Spagna (26,6%) e Grecia (28,6%), e considerevolmente superiore rispetto ad altri Paesi dell’Unione come Francia (16,5%) e Germania (5,7%).
Dalla sua fondazione nel 2018, Generation Italy ha formato più di 3.000 giovani, con un tasso di occupazione pari all’84% al termine dei corsi, potendo contare sul supporto di aziende partner di primo piano.
Generation Italy

Generation è attiva in Italia dal 2018 e fa parte dell’organizzazione internazionale non profit Generation, fondata nel 2014 dalla società internazionale di consulenza manageriale McKinsey & Company per contribuire a ridurre la disoccupazione nel mondo.
In Italia Generation, grazie alle aziende partner che hanno scelto di sostenere l’iniziativa, ha offerto gratuitamente corsi di formazione a oltre 3.900 ragazzi e ragazze, in 29 città italiane. Dall’inizio dell’attività, l’84% degli studenti sono stati assunti dopo circa 30 giorni dalla fine della formazione.