Weekend di Ferragosto a Modena, in 800 sulla Ghirlandina

Un terzo erano stranieri: da giugno ad agosto già più di 3mila i visitatori del sito Unesco provenienti dall’estero. In programma nuovi interventi di qualificazione

modena_ghirlandinaMODENA – Nel weekend di Ferragosto sono state 810 le persone che sono salite sulla Ghirlandina di Modena, il simbolo della città e uno dei monumenti del sito Unesco, insieme al Duomo e a piazza Grande, dove la convenzione rinnovata nei mesi scorsi prevede nuove opportunità di visita per l’accesso alla Cattedrale e un biglietto unico per i Musei del Duomo, delle sale storiche del Palazzo comunale, dell’Acetaia e, appunto, della torre.

Degli 810 visitatori della Ghirlandina, circa un terzo (260) erano stranieri. Un dato che conferma la tendenza di questa estate dove, oltre all’aumento complessivo dei visitatori del sito Unesco si registra una crescita proprio dei turisti provenienti dall’estero: nel 2015 tra giugno e agosto sono state 8.246 le persone che hanno visitato la Ghirlandina, 2.388 delle quali (il 29 per cento) erano straniere; quest’anno il dato complessivo dei tre mesi sfiora già i 9 mila visitatori (8.944, ma agosto è solo a metà) e gli stranieri sono già più di 3mila, oltre il 33 per cento.

I principali Paesi di provenienza sono la Francia, la Spagna, la Germania e la Gran Bretagna, ma non mancano statunitensi, olandesi, russi e giapponesi: già 32 dal Paese asiatico in questo mesi di agosto grazie a tour operator che hanno ormai inserito la tappa di Modena nel loro circuito turistico. Non è un caso, quindi, che gli operatori di Archeosistemi, a cui è affidata la gestione degli accessi, mettano a disposizione dei visitatori depliant illustrativi della Torre in varie lingue: dall’inglese al francese, dal tedesco allo spagnolo, fino a giapponese, cinese e russo.

Da inizio anno i visitatori sono stati complessivamente 27.285 con una presenza di 5.822 stranieri (21 per cento), mentre dal maggio 2015, quando è stata avviata la convenzione sul sito Unesco, e fino alla fine dell’anno i visitatori erano stati 28.443 con 5.256 stranieri (18,5 per cento). Nel 2016 sono già stati venduti oltre 2 mila biglietti unici del sito Unesco, nel 2015 erano stati complessivamente 2.411.

Il biglietto unico costa 6 euro e ha validità illimitata, cioè può essere utilizzato anche in giorni diversi per le singole visite, ed è in vendita allo Iat di piazza Grande, ai Musei del Duomo, alla Ghirlandina e la domenica pomeriggio anche in Municipio. Per i quattro luoghi si possono continuare ad acquistare anche biglietti specifici, ovviamente a un costo complessivo più alto: Musei del Duomo 4 euro, Ghirlandina 3 euro, Acetaia 2 euro, Sale storiche nei festivi 2 euro. Per informazioni: www.visitmodena.it.

Grazie anche agli introiti dei biglietti, che consentono di garantire la gestione, oltre che attraverso contributi del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo e della Basilica metropolitana, il Comune finanzierà nelle prossime settimane alcuni interventi per la manutenzione integrata del sito Unesco, per la riqualificazione del bookshop e della biglietteria dei Musei del Duomo, con l’obiettivo di un miglior servizio di assistenza culturale e di ospitalità al pubblico, e per la realizzazione del progetto “Un nuovo ingresso per la Ghirlandina. Accoglienza turistica in sicurezza”.