Quattro campioni del mondo alla partita della stella

partita della stella 2015Mercoledì 30 dicembre al Palasport di Modena alle 20.45, tra gli altri sportivi, anche gli azzurri Barone, Toni, Zambrotta e Zaccardo per il Caritas Baby Hospital di Betlemme

MODENA – Alla Partita della Stella, al Palasport di Modena mercoledì 30 dicembre alle 20.45, ci saranno anche quattro campioni della nazionale azzurra che vinse il Mondiale a Berlino nel 2006. Per aiutare a raccogliere fondi per il Caritas Baby Hospital di Betlemme, infatti, ai già annunciati Luca Toni, Gianluca Zambrotta e Simone Barone si è aggiunto Cristian Zaccardo, che oggi veste la maglia del Carpi.

Con lui, fra gli ultimi che hanno allungato la lista degli sportivi che aderiscono all’iniziativa, c’è il mister del Bologna, Roberto Donadoni. E spostandosi alla pallavolo, ai campioni già annunciati si è aggiunta la presidente del Dhl Modena Volley, Catia Pedrini che siederà in panchina da allenatrice insieme con Federica Lisi, moglie di Federico Bovolenta, nel cui nome è nata la squadra benefica degli “Amici del Bovo”.

Confermata dunque la miscela divertimento sport, giornalismo, musica e solidarietà per animare l’appuntamento nato per aiutare l’unico ospedale pediatrico della Cisgiordania dove opera suor Donatella Lessio, anche lei ex calciatrice.

Tutti sono invitati a partecipare, l’ingresso è a offerta libera, per assistere al mini torneo di calcetto che vede impegnate quattro squadre: Sky Sport 24 – Rock No War; Amici del Bovo; Nazionale Italiana Cantanti Hip Hop e Galvani Team.

Tutti confermati gli altri ospiti ovvero Emanuele Giaccherini, centrocampista del Bologna appena tornato in Nazionale; Marco Borriello, centravanti del Carpi e Davide Biondini centrocampista del Sassuolo.

Ci saranno anche il club manager del Bologna Marco Di Vaio, l’allenatore del Sassuolo Eusebio Di Francesco, l’allenatore di Dhl Modena Volley Angelo Lorenzetti e l’allenatore del Carpi Fabrizio Castori. E, ancora, i grandi del volley come Lorenzo Segre, Alessandro Guazzaloca, Franco Bertoli e Luca Cantagalli. Saranno presenti, inoltre, Francesco Messori, capitano della Nazionale Italiana Amputati e, per il Modena Rugby, Luigi Faraone, Davide Utini, Alberto Orlandi e Eugene Lamptey.

La “Nazionale Italiana Cantanti” (Nic) – che ha alle spalle 35 anni di solidarietà con oltre 100 milioni di euro di donazioni, e da tre anni aiuta l’ospedale di Betlemme – schiera a Modena una formazione inedita: la Nic Hip Hop. Nella selezione giocano giovani rapper come Moreno, Shade, Roofio dei Two Fingers, Marco Filadelfia, Rocco Hunt, Clementino e il giovane cantautore empolese Andrea Maestrelli, capitanati dal produttore ed interprete Emiliano Pepe.

Tutto il ricavato della serata sarà devoluto al Caritas Baby Hospital di Betlemme, l’unico ospedale pediatrico della Cisgiordania che ogni anno cura circa 40mila bambini senza distinzione né di razza né di religione. L’ospedale, che vive unicamente di donazioni e non riceve alcun contributo pubblico, oggi conta due reparti pediatrici, uno per neonati e prematuri, predisposto per cure intensive, un asilo infantile, un ambulatorio ecografico, una scuola per infermiere e una per le madri che usufruiscono anche di piccoli alloggi per poter stare accanto ai loro figli.

Per ogni offerta devoluta nella serata della “Partita della Stella”, i donatori riceveranno subito, offerti da partner e sponsor dell’iniziativa, alcuni gadget tra i quali buoni spesa Conad da 5 o 10 euro a seconda dell’offerta e il nuovo Album di figurine dei Calciatori della Panini.

È possibile fare donazioni per il Caritas Baby Hospital di Betlemme anche prima e dopo la “Partita della Stella”: conto corrente “Rock No War – Un ponte verso Betlemme” Banca Interprovinciale filiale di Formigine (Mo) codice IBAN: IT82 G03395 66780 CC 0020005775 – causale “Un ponte verso Betlemme”.

Anche quest’anno ci sarà l’asta delle maglie da gioco dei campioni, alla quale si potrà partecipare fino al 10 gennaio. Proprio in questi giorni si stanno raccogliendo maglie e altro dai club di serie A e B. L’asta è in collaborazione con Radio Bruno.

Per gli ultimi aggiornamenti si può “cliccare” il “mi piace” sulla pagina Facebook “Un ponte verso Betlemme”.