Modena, cresce la differenziata nel centro storico

differenziataDati positivi dopo l’avvio della raccolta di carta e plastica per le utenze domestiche e della plastica per i commercianti: la differenziata sale del 20 per cento

MODENA – La raccolta differenziata in centro storico negli ultimi sei mesi è cresciuta del 20 per cento. È questo il primo dato che emerge da un bilancio delle diverse azioni di raccolta porta a porta attivate dal Comune di Modena e da Hera a partire dal maggio scorso quando è iniziato il servizio di raccolta a domicilio di carta e plastica, con frequenza settimanale, per le 5.600 utenze, prevalentemente domestiche, dell’area all’interno delle mura. Il dato della raccolta della carta in particolare è passato dalle 27 tonnellate mensili recuperate in media in centro storico tra giugno e settembre, alle 37 di ottobre e novembre. Tra utenze domestiche e non domestiche, la raccolta di carta e cartone incide per più del 60 per cento sulla raccolta differenziata complessiva del centro storico.

E sono positivi anche i dati del primo mese della raccolta porta a porta della plastica per le attività commerciali del centro storico di Modena, che coinvolge circa 800 esercenti e che è stata avviata il 23 novembre: negli ultimi giorni infatti sono stati raccolti oltre 250 sacchi di plastica dopo che, nella prima settimana, si era partiti con un centinaio. Il servizio si aggiunge a quello di raccolta porta a porta di carta e cartoni, avviato già nel 2011, che nell’ultimo periodo, anche grazie alle numerose azioni di comunicazione e tutoraggio messe in campo, sta dando ottimi risultati: nel secondo semestre del 2015 si è arrivati a raccogliere oltre 33 tonnellate mensili a fronte di una media di quasi 24 tonnellate mensili nel primo periodo.

Il porta a porta della plastica per le utenze commerciali è stato realizzato da Hera e dal Comune di Modena in accordo con le associazioni di categoria (Ascom-Confcommercio, Confesercenti, Cna e Lapam). In questa prima fase, Hera, in accordo con l’Amministrazione comunale, sta monitorando i conferimenti e rilevando le anomalie, come le esposizioni dei sacchi non consone o fuori orario, che sono comunque limitate, grazie all’intenso programma di tutoraggio, svolto da personale Hera, che ha preceduto l’avvio dell’attività.

Con il consolidarsi del servizio di raccolta porta a porta, sono stati rimossi i contenitori di arredo urbano (una sessantina) per la raccolta di plastica e carta. La rimozione è stata preventivamente comunicata ai residenti con avvisi esposti sui contenitori.

Ovviamente è necessaria la collaborazione di tutti affinché si raggiunga la massima efficacia nella raccolta, nel rispetto delle modalità e degli orari di conferimento. Per supportare tutte le utenze raggiunte dai servizi porta a porta, resta la disponibilità degli informatori ambientali di Hera, affiancati dalle Gev e Gel, che stanno agendo con una campagna di monitoraggio e controllo per formare e informare ancora cittadini e esercenti sulle corrette modalità di esposizione e risolvere le anomalie ancora presenti, che attualmente si concentrano in alcune zone del centro storico. Nelle settimane scorse è stata inoltre avviata un’azione informativa, rivolta ai condomini che non hanno la raccolta negli androni, per consolidare la conoscenza da parte dei residenti delle modalità che regolano il porta a porta di carta e plastica.

Per segnalazioni e ulteriori informazioni, è possibile chiamare il Servizio Clienti Hera. Gli intestatari di utenze domestiche possono rivolgersi al numero verde 800.999.500, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 8 alle 18 (da cellulare 199.199.500). Alle utenze non domestiche è dedicato invece il numero verde 800.999.700, attivo nei medesimi orari. A questo numero è anche possibile richiedere un’ulteriore visita di un tutor per ricevere informazioni supplementari e dettagliate sui corretti conferimenti e per segnalare eventuali problemi.