Cesare Leonardi, conversazioni a Palazzo Santa Margherita

il dondolo di cesare leonardi e franca stagi nello studio di Cesare LeonardiSabato 20 gennaio dalle 15 alle 22.30 dialoghi e “percorsi incrociati” intorno alla mostra

MODENA – Sabato 20 gennaio, a Palazzo Santa Margherita in corso Canalgrande 103, si svolge una giornata di approfondimento e dialoghi a più voci dedicata a Cesare Leonardi, progettista modenese al quale è dedicata la mostra in corso “L’architettura della vita”, allestita nella sede principale della Galleria Civica di Modena e alla Palazzina dei Giardini Ducali. L’iniziativa, a partecipazione è coordinata dall’Archivio Architetto Cesare Leonardi in collaborazione con Biblioteca civica d’arte Luigi Poletti e Ordine Architetti Ppc di Modena.

Le conversazioni partono alle 15 nella Sala Conferenze della biblioteca Delfini con ingresso dal chiostro. Gianni Pettena, protagonista dell’architettura radicale e curatore della mostra “Utopie Radicali. Oltre l’architettura: Firenze 1966-1976”, in dialogo con Alessandra Acocella, storica dell’arte, e Paola Ricco, del Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze, moderati da Veronica Bastai si confrontano sul clima culturale negli anni Sessanta e Settanta a Firenze tra maestri dell’architettura italiana e nuove avanguardie artistiche.

Parco Amendola- Modena -Cesare Leonardi e Franca Stagi- 1981- Disegno di studio dei nodi dei percorsiA seguire, alle 17.30 circa nella stessa sala, si approfondisce l’eredità dello studio Leonardi – Stagi (1963-1983) con Giulio Orsini, presidente dell’Archivio architetto Cesare Leonardi, insieme a Carla Barbieri, della biblioteca civica d’arte Luigi Poletti, Matteo Agnoletto, del dipartimento di Architettura dell’Università di Bologna, e Andrea Costa, della Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici della Lombardia, sul tema della tutela dei documenti e delle opere nell’ottica di valorizzare il patrimonio archivistico e architettonico cittadino.

Conclude la giornata, alle 20.30 nella Sala Grande della Galleria Civica al primo piano, l’intervento “In direzione ostinata e contraria”, nel quale Giacomo Cossio rilegge e interpreta la figura di Cesare Leonardi all’interno del panorama culturale e artistico del secondo Novecento. Previsto il riconoscimento di crediti formativi per gli architetti (www.ordinearchitetti.mo.it).

Il programma della giornata è online (www.galleriacivicadimodena.it).