Armoniosamente: Con “Butterfly” la magia dell’opera si sposa con i linguaggi contemporanei

Il capolavoro di Giacomo Puccini riscritto da Kinkaleri nel nuovo appuntamento con la rassegna che la Sagra Malatestiana dedica ai più giovani: domenica 23 ottobre (ore 17) al Teatro degli Atti

kinkaleri-butterfly-foto-di-jacopo-jenna-3_lowRIMINI – Una visionaria riscrittura del capolavoro di Giacomo Puccini pensata per un pubblico dai 6 anni in su, capace di far scoprire anche ad una platea di giovanissimi la forza e la bellezza dell’opera. La 67esima Sagra Musicale Malatestiana prosegue il suo percorso di educazione musicale rivolto agli ascoltatori più piccoli con un classico dell’opera mondiale, riscritto con un linguaggio nuovo e contemporaneo, ma che mantiene inalterata la potenza comunicativa ed emozionale dell’originale. Autore di questa ricerca attenta sui linguaggi del contemporaneo è la compagnia Kinkaleri, che domenica 23 ottobre (ore 17) presenterà sul palco del Teatro degli Atti di Rimini (via Cairoli 42) Butterfly, opera in tre atti, liberamente tratta dalla celebre Madame Butterfly di Giacomo Puccini.

«Questa è una storia ambientata nel lontano Oriente, in Giappone, più di cento anni fa»: così Marco Mazzoni, interprete insieme a Yanmei Yang di Butterfly, introduce il nuovo denso attraversamento di Kinkaleri del modo poetico del compositore toscano che segue la messa in scena di Nessun Dorma, dalla Turandot, nel 2010.

kinkaleri-butterfly-foto-di-jacopo-jenna-4-lowButterfly di Kinkaleri – lavoro che in questi mesi ha attraversato importanti festival e rassegne in tutta Italia – è opera dai sentimenti contrastanti (amore ed egoismo, dolcezza e asprezza, furore e remissione) e di culture che si fronteggiano (tradizione e modernità, Oriente e Occidente). Il Giappone, terra allora lontana di incanti e di misteri, diventa la cornice ideale dove collocare l’appassionante vicenda dei due protagonisti: la splendida Butterfly, giovane donna che Pinkerton, tenente della marina degli Stati Uniti e yankee americano che tutto può avere, sposa legandola a sé per tutta la vita. La ragazza cede all’amore in modo completo e totale, come totale è quest’opera, sviluppata attraverso le ambientazioni musicali e l’uso di colori e segni.

Lo spettacolo procede infatti per accumulazione di codici espressivi, epoche e ambiti culturali proteiformi: la grande tradizione operistica italiana e i linguaggi visivi contemporanei, la prassi del recitar cantando e l’inserimento di brani di musica moderna, il coinvolgimento dei bambini nel ruolo di personaggi allo scopo di far procedere la fabula e la necessità di non oscurare il gesto tragico della morte, ottenuta dalla protagonista mediante harakiri.

Questa scelta risuona nell’essenzialità dell’allestimento in un continuo ribaltamento di piani di visione, caratterizzati da personaggi ed effetti creati a vista: un sofisticato gioco di costruzione e videoproiezioni della scena, una organica successione di ambientazioni pop e coinvolgenti affondi lirici per arrivare, in cinquanta minuti abbondanti, al compimento del dramma e alla maestosa catarsi finale.

Kinkaleri nasce nel 1995 come “raggruppamento di formati e mezzi in bilico nel tentativo”. La compagnia opera fra sperimentazione teatrale, ricerca sul movimento, installazioni visive, materiali sonori e performance, cercando un linguaggio non sulla base di uno stile ma direttamente nell’evidenza di un oggetto. I lavori del gruppo hanno ricevuto ospitalità presso numerose programmazioni in Italia e all’estero. Nel 2002 la compagnia riceve il “PREMIO LO STRANIERO Scommesse per il futuro”, il PREMIO UBU per OTTO come miglior spettacolo di teatrodanza.

Progetto e realizzazione Butterfly: Kinkaleri. Adattamento e regia: Massimo Conti, Marco Mazzoni, Gina Monaco. Con Yanmei Yang, Marco Mazzoni. Produzione: Kinkaleri, in collaborazione con Teatro Metastasio Stabile della Toscana, FTS Fondazione Toscana Spettacolo. Con il sostegno di Regione Toscana, Mibact – Dipartimento dello Spettacolo.

Biglietti: 8 euro adulti, 4 euro bambini fino ai 14 anni.

Info biglietteria e prevendita: Teatro Novelli via Cappellini 3 – tel 0541.793811 dal martedì al sabato dalle 10 alle 14, martedì e giovedì anche dalle 15 alle 17,30.

Per informazioni: 0574 448212, info@kinkaleri.it, www.kinkaleri.it.

Comunicazione e ufficio stampa Kinkaleri: Michele Pascarella 346 4076164