“50 sfumature di arancio … cavalieri e gentiluomini tra l’essere e l’apparire”

foto ufficiale opv 2014 La “Cavalleria” torna protagonista a Parma, venerdì 22 aprile,  con una conferenza all’auditorium del Palazzo del Governatore

PARMA –  La “Cavalleria” torna protagonista a Parma in occasione della conferenza in programma venerdì 22 aprile, alle 18, nell’auditorium del Palazzo del Governatore, dal titolo: “50 sfumature di arancio… cavalieri e gentiluomini tra l’essere e l’apparire”.

Sarà il generale di divisione, Paolo Gerometta, Direttore Generale del Personale Militare del Ministero della Difesa, ad affrontare il tema dalla “Cavalleria” in modo insolito e accattivante. L’iniziativa è promossa dalla locale sezione dell’Associazione Nazionale Arma di Cavalleria e amici del cavallo, dall’Ordine Costantiniano di San Giorgio, con il patrocinio del Comune di Parma e vedrà la presenza, accanto all’importante relatore, del sindaco di Parma Federico Pizzarotti, del presidente nazionale dell’Associazione Arma di Cavalleria Alipio Mugnaioni e di Paola Mattiazzi, presidente Anac della sezione di Parma.

Il generale Paolo Gerometta è affezionato alla città di Parma dove ha tenuto, in passato, diverse conferenze sul tema della “Cavalleria”, sui suoi valori, sulla sua storia e quella del suo protettore, San Giorgio. E’ ancora viva nei parmigiani, fra l’altro, l’esibizione della fanfara a cavallo del Reggimento dei Lancieri di Montebello (8°) che ha sfilato per le strade della città domenica 17 aprile, in occasione dell’avvio delle celebrazioni dedicate ai 200 anni dall’arrivo a Parma della duchessa Maria Luigia d’Austria. E Parma vanta una tradizione unica legata alla cavalleria: è la città italiana che ha ospitato il maggior numero di reggimenti dall’unità d’Italia alla fine della seconda guerra mondiale.

Il generale Paolo Gerometta, incentrerà il suo intervento approfondendo alcuni aspetti storici, culturali ed etici legati alla “Cavalleria” intesa quale Ordine, al relativo Codice morale (Codice cavalleresco) ed alla figura del “Cavaliere-Gentiluomo”, come testimonia il titolo della conferenza: “50 sfumature di arancio…”, l’arancio è il colore della “Cavalleria”, che riprende, in modo ironico, il titolo del best seller della scrittrice inglese E.L. James, pseudonimo di Erika Leonard, con il suo “Cinquanta sfumature di grigio”. La conferenza sarà l’occasione per addentrarsi nel mondo della “Cavalleria”, nella sua storia e sopratutto per ritornare a parlare dei valori che la animano e che sono indirettamente legati a quelli del mondo medievale: coraggio, rispetto della persona, gentilezza e tanta umanità.

“La prestigiosa presenza a Parma del generale di divisione Paolo Gerometta – spiega Paola Mattiazzi, presidente della sezione Anac di Parma – vuole essere un modo per mantenere viva una tradizione, quella della “Cavalleria”, che ha visto Parma protagonista nella storia, per ritornare indietro nel tempo, quando, come ha ricordato il giornalista Giorgio Torelli in un suo indimenticabile articolo, si poteva sentire lo scalpitio dei cavalli dei reggimenti che dalla Cittadella, lungo lo Stradone, andavano in Pilotta”. La cittadinanza, associazioni combattentistiche e d’arma e soci dell’Anac sono invitati.

(nella foto il generale di divisione Paolo Gerometta)