Violazioni al codice della strada con un’auto intestata a un deceduto

6

L’attività della Polizia Locale

polizia- municipalePARMA – Sono iniziate grazie all’acume di una operatrice della SO Sanzioni del Corpo della Polizia Locale le indagini a carico di un individuo che nel corso del tempo aveva accumulato una grande serie di violazioni al Codice della Strada, riuscendo fino a oggi a farla franca, circolando con un veicolo intestato a un famigliare deceduto da alcuni anni.

Nel corso degli anni aveva accumulato oltre 24 verbali, per un totale di 2.400 euro.

Dal Comando di strada Del Taglio sono però iniziate le indagini e, mappando i luoghi ricorrenti dove il veicolo è stato sanzionato, l’utilitaria è stata individuata in sosta in via Lanfranco ed è risultata anche scoperta di copertura assicurativa obbligatoria.

Nel momento in cui gli agenti di Polizia Locale si sono apprestati a spostare il veicolo, prima della rimozione prevista per i veicoli sprovvisti di copertura RCA, un uomo, dichiarandosi conducente e detentore della Panda, si è presentato sul posto, cercando di evitare la rimozione dell’utilitaria. La persona è risultata priva di documenti di guida e di identità, per cui sono stati necessari gli accertamenti necessari per l’identificazione, dai quali è risultato a carico dell’uomo un provvedimento di esecuzione di custodia cautelare per un cumulo di pene del Tribunale di Aosta, per un totale di 1 anno e 3 mesi: per questo, dopo avergli notificato i 24 verbali pregressi (ai quali si è aggiunto quello per circolazione senza assicurazione e omesso aggiornamento della carta di circolazione) l’uomo è stato tratto in arresto e portato in carcere.