Via Mayr , per ripartenza Polizia locale ai varchi e operatori della sicurezza in azione

10

Piazza Verdi dedicata alle distese grazie alla collaborazione con l’associazione Mayr-Verdi

FERRARA – Nel weekend più caldo per la ripartenza delle attività commerciali a Ferrara la zona tra via Carlo Mayr e piazza Verdi, oggetto in passato del progetto Movida Sicura, sarà particolarmente tutelata. In quest’area del centro storico, dove sono concentrati molti dei locali più frequentati nelle ore dell’aperitivo e della sera, sono stati previsti una serie di interventi elaborati in stretta collaborazione tra il Comune di Ferrara e il Comitato Mayr+Verdi insieme ai titolari dei bar e dei ristoranti di questa strada. Gli spazi di piazza Verdi, infatti, sono stati adibiti, per accordo tra il Comune e i locali più prospicienti, a spazi dedicati alle distese, e lì i tavolini di quattro locali sono stati sistemati in modo ordinato e distanziato per offrire al maggior numero di cittadini possibili la possibilità di sedersi e consumare nel rispetto delle norme.

Contemporaneamente via Carlo Mayr è stata pedonalizzata nel tratto che va da piazza Verdi fino a Porta Reno, in modo da permettere alle distese dei locali di occupare anche parte delle carreggiate, mentre su altri tratti sono in vigore limitazioni che, senza penalizzare l’accesso dei residenti, consentono l’allargamento in sicurezza delle distese. L’area accessibile solo a piedi nei giorni di venerdì, sabato e domenica a partire dalle ore 18, sarà delimitata nei punti di accesso principali (via Mayr incrocio via Chiodaiuoli/ via Mayr Corso Porta Reno, via Spronello incrocio Castelnuovo), da pattuglie della Polizia Locale che posizioneranno le auto a protezione degli accessi (in sostituzione delle transenne utilizzate nell’edizione di Movida Sicura). All’interno di questa zona saranno presenti 5 addetti alla sicurezza per il controllo anti assembramento e per il rispetto delle norme anticovid.

Di questi, tre sono messi a disposizione dal Comune di Ferrara che ha incaricato una società di vigilanza (e fanno parte del numero complessivo degli operatori messi a disposizione per la gestione delle riaperture e la valorizzazione delle distese) mentre gli altri due sono messi a disposizione da uno dei locali che hanno le distese su piazza Verdi. Tutti avranno il compito di facilitare gli accessi ai tavoli, verificando il flusso delle persone presenti, informando i cittadini delle disposizioni vigenti e controllando il rispetto delle norme e l’utilizzo delle mascherine.

“La gestione positiva di quest’area che fino ad un anno fa era un punto critico della città è per noi motivo di orgoglio, perché grazie ad un lavoro di squadra siamo riusciti a tenere insieme le priorità dei locali che lavorano in quella via e la necessità di garantire ai residenti la tranquillità necessaria – spiega il vicesindaco Nicola Lodi -. Ringraziamo l’associazione Mayr+Verdi per la collaborazione sempre attiva e attenta e siamo certi che anche in questo delicato momento di ripartenza riusciremo a garantire una buona gestione di una delle zone più vivaci della città”.

Interviene sul tema anche il presidente dell’associazione, Mauro Balestra: “Siamo sempre al lavoro per cercare di organizzare al meglio la vita e le attività della nostra strada e la collaborazione con l’amministrazione fino ad ora si è rivelata positiva. Abbiamo trasformato piazza Verdi, senza snaturare la sua storica vocazione a luogo di incontro e socializzazione, in un luogo più tranquillo e vivibile e anche in questa delicata fase dedicata alle riaperture faremo il possibile perché i locali possano riprendere al meglio la loro attività e i residenti vedere rispettati i loro diritti”.