Vetrine Consapevoli dell’endometriosi, a Parma premi speciali

31
2022 03 01 Casa Paci Vetrine consapevoli

Dall’8 al 31 marzo 2022, i negozianti allestiranno le vetrine con i materiali informativi dell’A.P.E.

PARMA – Presentata nella mattinata di martedì 1 marzo in conferenza stampa dall’assessore al Commercio del Comune di Parma Cristiano Casa, dalla vicepresidente di A.P.E. Jessica Fiorini, l’iniziativa che coinvolge i commercianti volta a sensibilizzare e divulgare la conoscenza sull’endometriosi.

Anche Assessorato alle Pari Opportunità, guidato da Nicoletta Paci, sostiene l’iniziativa.

“Un’iniziativa virtuosa che pone l’attenzione sull’endometriosi, una patologia di cui dobbiamo aver sempre una maggior consapevolezza. A.P.E. da anni lavora per sensibilizzare e diffondere la conoscenza di questa patologia. Vetrine Consapevoli ha trovato una forte adesione da parte dei commercianti e di molte realtà del territorio che hanno messo a disposizione i premi che andranno ai vincitori del concorso fotografico segno della grande attenzione al tema” ha introdotto l’assessore Casa. 

Dall’8 al 31 marzo 2022 in occasione del mese della consapevolezza sulla malattia, che colpisce circa il 10% della popolazione femminile i commercianti di Parma, così come quelli di altre località d’Italia, potranno allestire le vetrine con i materiali informativi del kit richiesto all’A.P.E. Dovranno poi fotografarle e caricare le immagini sul sito dedicato a Vetrine Consapevoli: www.vetrineconsapevoli.apendometriosi.it – spiega Jessica Fiorini, Vicepresidente dell’A.P.E. -. Quest’anno abbiamo deciso di coinvolgerli maggiormente attraverso un concorso fotografico con il quale speriamo di attirare l’attenzione, e di conseguenza diffondere informazione e consapevolezza, in un numero ancora maggiore di persone”.

Diversi i premi speciali, messi in palio dal Comune di Parma, per coloro che parteciperanno al concorso fotografico. I premi sono stai offerti da: INCHotels Group, da B&B Il Pozzo e la Macina, Agriturismo Ca’ Bianca, Ristorante Locanda Stendhal, Itinera Emilia APS, Bertaccini Stefania e Alice Rossi.

Stefano Polastri di eproject e Mattia Riccò di world promotion hanno approfondito le modalità di partecipazione all’iniziativa e al concorso fotografico.

“I commercianti, dopo aver allestito la vetrina, dovranno fotografarla e inviare la foto direttamente al sito www.vetrineconsapevoli.apendometriosi.it . Gli utenti voteranno sul web le vetrine più belle e le tre che otterranno il maggior numero di voti riceveranno i premi” hanno spiegato.

È stato istituito un Premio Giuria con premi messi a disposizione dal Comune di Parma. La giuria di qualità, composta dal consiglio direttivo dell’A.P.E., assegnerà ulteriori riconoscimenti: un soggiorno in alcune strutture del territorio, visite guidate ed altre esperienze da vivere in Emilia.

Un modo coinvolgente per attrarre l’attenzione su una malattia ancora molto difficile da diagnosticare, per la quale l’informazione risulta fondamentale per fare prevenzione e migliorare il percorso di cura. Un aiuto concreto per le donne che ne soffrono, oltre 3 milioni solo in Italia, ma anche per i familiari, le amiche. Molti e molte non credono alle donne che manifestano i sintomi di endometriosi. Per questo accendere un faro sulla consapevolezza di tutti, colorando le vetrine che possono attirare l’attenzione di un gran numero di persone, può essere davvero un’azione importante.

Per partecipare e richiedere gratuitamente il materiale informativo e di allestimento di A.P.E. – Associazione Progetto Endometriosi per la propria vetrina, si può scrivere a: spedizioni@apendometriosi.it

I titolari dei negozi che non partecipano al concorso possono comunque richiedere materiale informativo da distribuire, specificandolo nell’email di richiesta.

Cos’è l’endometriosi? L’endometriosi è una malattia infiammatoria cronica che colpisce in Italia circa il 10% della popolazione femminile in età fertile, anche se i dati sono estremamente parziali e probabilmente sottostimati. I sintomi più diffusi sono: forti dolori mestruali ed in concomitanza dell’ovulazione, cistiti ricorrenti, irregolarità intestinale, pesantezza al basso ventre, dolori ai rapporti sessuali, infertilità nel 35% dei casi. Per una malattia di cui non si conoscono ancora le cause, per la quale non esistono cure definitive né percorsi medici di prevenzione, per limitare i danni che l’endometriosi provoca, è fondamentale fare informazione per creare consapevolezza! 

L’A.P.E. è una realtà nazionale che da oltre 16 anni informa sull’endometriosi, nella consapevolezza che l’informazione sia l’unica prevenzione ad oggi possibile. 

Sul sito dell’APE – www.apendometriosi.it – ci sono tutte le informazioni utili e i progetti, per aiutare concretamente le donne affette da endometriosi e per entrare a far parte della rete nazionale.  

Link per scaricare le immagini: https://bit.ly/APEAssociazioneProgettoEndometriosi 

Per informazioni: A.P.E. – Associazione Progetto Endometriosi

Sito web: www.apendometriosi.it