Un’asta per portare avanti le attività di San Patrignano

19

La comunità lancia un’importante attività di raccolta fondi  per fronteggiare il caro energetico

CORIANO (RN) – Un’asta di beneficienza per permettere alla comunità di portare avanti le sue attività, alla luce dell’incredibile aumento dei costi energetici di questi mesi. È proprio alla copertura dei costi di gestione che San Patrignano dedicherà la sua tradizionale asta che si terrà dal 17 al 26 ottobre2022 in modalità online attraverso la piattaforma di CharityStars al link www.charitystars.com/astasanpatrignano.

Gli echi della bolletta del gas di agosto da 730mila euro, dieci volte tanto quella dell’agosto dell’anno prima, a cui a breve si aggiungerà quella di settembre, sono realtà e per questo il ricavato di questa raccolta fondi sarà fondamentale per coprire le spese di gestione della comunità consentendo il proseguo delle attività previste per la formazione dei ragazzi e ragazze in percorso di recupero e allo stesso tempo a efficientare i consumi, attraverso l’istallazione di fonti di energia rinnovabile.

A rendere possibile l’asta tante aziende fra cui Etro, Giorgio Armani, Hermès, Moët Hennessy, Piaggio, Prada, Rolex Italia, Salvatore Ferragamo, Technogym, Tecnica Group, Tod’s, Zegna: questi solo alcuni nomi delle molte aziende che hanno confermato il proprio sostegno a San Patrignano come partner dell’asta – per il terzo anno consecutivo in versione web. Mai così ricca la proposta dei lotti, oltre duecento, fra i quali fotografie di artisti come Steve McCurry e Maki Galimberti, prodotti fashion e di alto artigianato realizzati da firme della moda e del design, tra i quali Altai, Artemide, A. Caraceni, Kartell, Loro Piana, Fedelicashmere, Moncler, anche in collaborazione con i settori artistici e professionalizzanti di San Patrignano, accessori moda esclusivi o personalizzati, orologi e gioielli preziosi di Chantecler Capri, Pederzani, Pomellato, Sabbadini e Vhernier fra gli altri. Ad arricchire la proposta dei lotti, anche diverse opere d’arte, fra cui un Arcangelo Sassolino dono della Galleria dello Scudo, un Adrian Paci della Galleria Kaufmann Repetto, un Davide La Rocca della Galleria Tega, un Gustavo Aceves e un Louise Manzon della Galleria Il Forte Arte, un Gianfranco Ferroni della Galleria Ceribelli e un Nedko Solakov della Galleria Continua. Di grande valore anche il carboncino su carta di Igor Mitoraj donato da Jean – Paul Sabatié, l’opera di Francesca Pasquali dono della Famiglia Casamonti e alcuni lavori donati direttamente dagli artisti come quelli di Patricia Urquiola e di Isabella Traglio Vismara e i ritratti di Teresa Ginori.

Presenti inoltre fra i lotti anche attrezzature sportive, esperienze uniche da vivere, ma anche la possibilità di aggiudicarsi alcune eccellenze agroalimentari e prestigiosi vini, fra cui quelli della comunità.

Il ricavato dell’asta servirà a dare una speranza ai tanti giovani affidati alla Comunità, garantendo loro una casa, assistenza sanitaria e legale, formazione professionale specifica. Un percorso che scandisce il tempo della loro rinascita, fino al momento in cui torneranno in società e alle loro famiglie.

About Comunità San Patrignano

San Patrignano è la comunità di recupero per ragazze e ragazzi tossicodipendenti più grande d’Europa ed ospita oltre 1000 ragazzi. Per tutti loro e per le loro famiglie il percorso di recupero è completamente gratuito.

Dal 1978 ad oggi, San Patrignano ha accolto oltre 26.000 persone, offrendo loro una casa, l’assistenza sanitaria e legale, la possibilità di studiare, di imparare un lavoro e reinserirsi pienamente nella società al termine del percorso di recupero.

Secondo una ricerca effettuata dall’Università di Bologna, che ha monitorato un gruppo di ex ospiti della comunità a cinque anni dal loro reintegro nella società, il 72% dei ragazzi che terminano positivamente il percorso non ricadono nel problema della tossicodipendenza.

Oltre a questo, la Comunità è da tempo impegnata in progetti di prevenzione alle dipendenze, tanto che incontra oltre 40.000 studenti l’anno.