Simone Serafini Quartet featuring Anthony Pinciotti il 19 luglio a Bologna

5
Simone Serafini

BOLOGNA – Martedì 19 luglio alle ore 21, la suggestiva cornice di Zu.Art giardino delle arti di Fondazione Zucchelli ospiterà l’appuntamento con la rassegna International Jazz & Art Performing 5.0 | Cinque incontri musicali dell’estate 2022, previsto originariamente per lo scorso giovedì 7 luglio e rimandato a causa delle condizioni metereologiche.

La serata vedrà Simone Serafini Quartet “RAMBLING BOY” featuring Anthony Pinciotti, in un’esibizione dedicata al contrabbassista statunitense Charlie Haden. Il noto contrabbassista Simone Serafini, che oltre ad essere direttore artistico di questa rassegna è anche docente di contrabbasso jazz e basso elettrico al Conservatorio di Bologna, e il grande batterista americano Anthony Pinciotti saranno affiancati per l’occasione da due giovani talenti del Dipartimento di Nuove tecnologie e linguaggi musicali del Conservatorio di musica Giovan Battista Martini di Bologna: Nicola Parolari (sassofono) e Daniele Armata (chitarra).

In questi giorni, Anthony Pinciotti è anche uno dei protagonisti del prestigioso Festival Internazionale Umbria Jazz di Perugia, impegnato in una jam session notturna (tutte le sere dall’8 al 17 luglio) dell’ormai rodato quintetto The Resident Band, che include grandi esponenti jazz tra cui Piero Odorici, che ospiteremo giovedì 21 luglio, in occasione del quarto appuntamento con International Jazz & Art Performing 5.0.

Durante la serata del 19 luglio, saranno eseguiti i seguenti brani:

Hermitage (Pat Metheny)

First Song (Charlie Haden)

Backhand (Keith Jarrett)

Lennie’s Pennies (Lennie Tristano)

Lonely Woman (Ornette Coleman)

Spiritual (Charlie Haden)

Body and Soul (Edward Heyman, Robert  Sour, Frank Eyton, Johnny Green)

Round Trip/Broadway Blues (Ornette Coleman)

The Good Life (Ornette Coleman)

La rassegna è promossa da Fondazione Zucchelli e fa parte di Bologna Estate 2022, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Territorio Turistico Bologna-Modena.

Ingresso libero

In occasione delle serate musicali, dalle ore 19.30 alle 23.30, sarà possibile visitare il progetto espositivo IN AND OUT. Mostra dei Vincitori ABAbo dei Concorsi Zucchelli e delle Residenze d’artista, 2020 e 2021, a cura di Carmen Lorenzetti: in mostra, opere realizzate da quattordici giovani artisti selezionati tra gli allievi eccellenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, in molti casi connotate da linguaggi sperimentali, che utilizzano l’immagine in movimento o il suono, in modo da coinvolgere maggiormente lo spettatore in una fruizione multimediale.

Il punto ristoro è a cura di Catering Dimondi. Apertura alle ore 19.

Per prenotare un tavolo, inviare una mail a: sady2011@libero.it

Simone Serafini, bassista, contrabbassista, compositore, docente, si è diplomato in contrabbasso classico sotto la guida del M° Stefano Sciascia e musica jazz al Conservatorio G. Tartini di Trieste. Ha vinto diversi “primi premi” tra cui: Targa Tenco 2014 con il disco “Penisolati” di L. Vescovo, Chicco Bettinardi, Barga Jazz, Concorso Internazionale di Jazz del Cons. Santa Cecilia, Premio delle Arti Targa P. Jeffreyed. Ha ricevuto la Borsa di Studio I.A.S.J. ai seminari estivi di Siena Jazz del 2006 per rappresentare l’Italia e Siena Jazz ad un meeting internazionale diretto da Dave Liebman. Collabora con molti musicisti della scena jazzistica e non, tra cui Franco Cerri, John Locke, Nelson Veras, Francesco Bearzatti, Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Scott Henderson, Jimmy Dludlu, Klaus Gesing, Bob Margolin, Maurice Gibbs, Tristan Honsinger, Mauro Negri, Maurizio Giammarco, Pietro Tonolo, Marco Tamburini, Giovanni Falzone, Giovanni Maier, Enrico Crivellaro, Glauco Venier, Antonio Onorato, Gegè Telesforo, Massimiliano Ionata, Lanfranco Malaguti, Peter Soave, Bruno Lauzi. Ha partecipato a diversi festival e concerti in Europa, Asia, Africa, Australia. Attualmente è docente di basso jazz al Conservatorio di Bologna. Come bassista e contrabbassista è presente in più di 90 pubblicazioni discografiche.

Anthony Pinciotti è un batterista dinamico e innovativo, esperto di jazz, rock e world music. Con sede a New York, Anthony si esibisce in tournée con molti dei musicisti più interessanti della scena odierna, tra cui James Moody, Dr. Lonnie Smith, John Abercrombie, Joe Lovano, Randy Brecker, Ira Sullivan, Kenny Werner, Mose Allison, Lew Tabackin, John Patitucci, Jim Hall, Bob Mintzer, Anat Cohen, George Garzone, Frank Foster, Benny Golson, George Mraz, Houston Person, Toninho Horta, Jerry Bergonzi, Stacey Kent, Gary Bartz, Rufus Reid, Vic Juris, Dave Liebman, Kenny Barron e Sheila Jordan. Inizia a suonare la batteria a soli due anni e a tredici anni, si esibisce professionalmente in tutto il Midwest. Nel 1994, Anthony si è trasferito a Chicago. Oltre ad essere un sideman molto richiesto, ha anche guidato diversi gruppi di successo contenenti membri dell’AACM e dell’Art Ensemble of Chicago. Anthony si è trasferito a New York nel 1998 e ha iniziato a lavorare e girare a livello internazionale con molti dei grandi musicisti che compongono la scena jazz di New York. Ha suonato in molti dei più rinomati locali e festival in tutto il mondo, oltre ad apparire in numerose registrazioni. Anthony è anche profondamente impegnato nell’insegnamento e nel tutoraggio. Ha tenuto clinic e masterclass in tutto il mondo, oltre a insegnare alla NYU, alla City University di New York (CUNY) e alla New School for Jazz and Contemporary music. Attraverso il suo amore per la musica, la meditazione e la metafisica, Anthony è arrivato a realizzare il potere curativo della musica, dei tamburi e delle vibrazioni. Ha iniziato a fare sessioni di batteria curativa e meditazioni sonore con persone di tutte le età e ora ha clienti in tutto il paese. Attualmente risiede a Brooklyn, New York. Parteciperà anche al Festival Internazionale Umbria Jazz 2022, per esibirsi insieme a Piero Odorici, Daniele Scannapieco, Paolo Birro, Aldo Zunino.

International Jazz & Art Performing 5.0
Cinque incontri musicali dell’estate 2022

Martedì 19 luglio 2022, ore 21

Zu.Art giardino delle arti di Fondazione Zucchelli

Vicolo Malgrado 3/2, Bologna