Si parla di cantautori con Francesca Michielin

9

L’altro ospite di “Cantautori su Marte” è Generic animal. In luglio anche i sei concerti jazz per la rassegna Orbite e lo swing del Lara Luppi & Luca Filastro trio

MODENA – Prendono il via nel mese di luglio le tre rassegne che compongono la struttura “portante” del programma estivo della Tenda di Modena, a partire da “Cantautori su Marte. Incontri senza gravità sulla canzone d’autore”. Questa kermesse, ormai consolidata nel calendario della struttura di viale Monte Kosica, promossa dal Centro musica del Comune di Modena e con la direzione artistica di Corrado Nuccini, vede due appuntamenti che seguono il format di incontro intimo con l’artista per fare il punto, parole e musica, sulla canzone d’autore, riflettere sul ruolo del cantautorato e indagare le nuove strade che ha preso la canzone d’autore in questi anni. Ospiti d’eccezione nell’edizione 2021 sono Generic animal (giovedì 8 luglio), nome d’arte di Luca Galizia, e Francesca Michielin (giovedì 29), cantautrice e polistrumentista fresca della partecipazione al Festival di Sanremo insieme a Fedez col brano “Chiamami per nome”. A intervistarli sarà Francesco Locane, speaker e giornalista.

La musica estiva della Tenda è poi all’insegna del jazz e delle contaminazioni con un appuntamento della rassegna “Arts&Jam”, giunta alla nona edizione e curata da associazione Muse e JazzOff produzioni, che venerdì 2 fa salire sul palco Lara Luppi & Luca Filastro trio. La cantante, nota in Italia per il genere swing, stringe un sodalizio con il pianista e compositore Filastro, affermato nel panorama internazionale come esponente dello “stride piano”.

Il jazz, le contaminazioni e la musica contemporanea sono protagonisti anche di Orbite, rassegna di sei concerti che conduce a esibirsi Filippo Orefice Malaika trio (23 luglio), Massimiliano Milesi Oofth (6 agosto), Francesco Orio trio (27 agosto), Giulio Stermieri trio (10 settembre). A questi concerti si aggiungono quelli di due formazioni nate proprio per Orbite: il trio formato da Riccardo La Foresta, Anthony Pateras e Stefano Pilia (30 luglio) e quello composto da Luca Perciballi, Tobia Bondesan, Stefano Costanzo (3 settembre). Tutti i concerti sono a cura dell’associazione Lemniscata in collaborazione con Muse, col contributo di Fondazione di Modena.

L’ingresso a tutti gli eventi della rassegna è gratuito, salvo dove diversamente specificato, e si consiglia sempre la prenotazione, nel rispetto delle misure anti-Coronavirus. Il programma completo e le modalità di prenotazione sono consultabili sul sito web www.comune.modena.it/latenda e sulla pagina Facebook della Tenda (www.facebook.com/latenda).

Foto: Laila Al Habash – Tommaso Biagetti