Sentiero degli Gnomi, è uscito il libro “Gnomo Savio nel regno lieve”

1

BAGNO DI ROMAGNA (FC) – Un libro per leggere, scrivere, disegnare, pastrocchiare e cucinare. È appena uscito “Gnomo Savio nel Regno lieve” (Innovati Turismo, 46 pp.), scritto da Antonio Montanari, gestore del Sentiero degli Gnomi di Bagno di Romagna, con un’illustrazione di Francesco Mescolini. Una favola per i piccoli raccomandata per i più grandi, che racconta di una guerra avvenuta tanto tempo fa tra gli gnomi del regno lieve che prende vita proprio all’interno del Sentiero degli Gnomi, nel bosco dell’Armina. In particolare, la favola ripercorre l’avventura di gnomo Savio nel riportare la pace tra un popolo che non faceva altro che discutere su ogni piccola cosa. Chi diceva che il cappello doveva essere più lungo, chi più corto, chi voleva mangiare le torte frizzole (il tipico dolce degli gnomi) ogni domenica, chi una domenica sì e una no. Gli abitanti del bosco non riuscivano più a lavorare da tanto che erano impegnati a litigare, e a creare numerose fazioni l’una contro l’altra basate su piccoli screzi. Per sbrogliare le situazioni, ogni giorno arrivavano tante richieste di Intervento Saggio. Il compito di dare risposte toccava a gnomo Savio, il saggio del regno da oltre 200 anni, ma non sapendo più come affrontare questa guerra, decise di partire per il mare in cerca di un buon consiglio. Terminata la favola, all’interno del libro ci sono pagine bianche per ridisegnare la copertina e alcuni punti salienti del testo, così come lo spazio per raccontarli con parole proprie e poi inviare il materiale seguendo le istruzioni riportate sul sito www.gnomosavio.com. In più, tra le ultime pagine c’è la ricetta per fare le torte frizzole, il tutorial per realizzare la carta foglia su cui scrivono gli gnomi, e quello per imparare a creare una farfalla origami. A seguire, una serie di informazioni a cura di Gianumberto Accinelli di Eugea sull’utilità delle farfalle e come attirarle nel proprio giardino. L’autore, Antonio Montanari, si definisce un pittore-poeta, oste ospitale della sua Hosteria Volante, e padre prolifico. Nato a Imola, da anni risiede a Bagno di Romagna. Come un mago, dal suo cappello escono ogni giorno nuove idee: alcune diventano strade, altre si perdono per strada. Ama il viaggio, la strada, il mare ed il cielo.