Sabato 4 maggio inaugura alla Torre di Oriolo la mostra “Presenze nella Torre”

0
La Torre di Oriolo vista dall’alto

FAENZA (RA) – Prosegue alla Torre di Oriolo dei Fichi il progetto artistico inaugurato nel 2023 a cura di Valentina Bertaccini, che vede le sale del fortilizio medievale ospitare ogni mese i lavori di gruppi di artisti, scuole o collettivi consolidati con l’obiettivo di incentivare le visite al sito, la diffusione dell’arte e la creatività giovanile, valorizzando nuovi talenti.

Sabato 4 maggio, alle ore 17, si terrà l’inaugurazione di “Presenze nella Torre”, mostra collettiva dedicata agli studenti della storica Scuola Comunale d’arte Tommaso Minardi, attiva a Faenza fin dal 1797. La scuola, ideata e voluta tra gli altri dal noto artista neoclassico Felice Giani, vive oggi un momento di grande rilancio grazie alla presenza di oltre cento iscritti. Se, da un lato, il tema scelto dal coordinatore artistico della scuola, Matteo Zauli, allude giocosamente al fascino misterioso e fantasmatico che l’architettura storica della Torre di Oriolo evoca nell’immaginario collettivo, dall’altro sottolinea la presenza dei tanti artisti di ogni età che la scuola porta con sé.

Saranno presenti, infatti, ognuno con una propria opera, i bambini dei corsi diretti da Annalisa “Piki” Quarneti e Antonella Bassenghi, i ragazzi del disegno e del fumetto di Mirco Denicolò ed Emiliano Mariani, e i ragazzi e gli adulti dei corsi di disegno e pittura tenuti rispettivamente da Monika Grycko e Filippo Maestroni.

Ad allietare il vernissage della mostra, sulla terrazza panoramica della torre, sarà l’esibizione di un gruppo di giovani musicisti della Scuola Comunale di Musica Sarti. Come sempre si potrà unire un assaggio d’arte a quello dei prodotti tipici del territorio grazie alla presenza di un punto ristoro gestito dagli agricoltori di Oriolo dei Fichi in cui si potranno acquistare piadine e vini tipici.