Roberto Lupo Quartet il 16 aprile al Milestone Live Club

9
Roberto Lupo

Sabato insieme a lui musicisti fidati come Renato Podestà, Alex Carreri ed Emiliano Vernizzi

PIACENZA – Spinto dalla volontà di esprimere la sua sintesi musicale e parallelamente all’intensa attività concertistica avuta negli ultimi dieci anni, il batterista piacentino Roberto Lupo ha portato avanti un percorso personale di ricerca musicale, dando vita ad un progetto che della contaminazione tra i generi ha fatto la sua vera filosofia. Questo è ciò che si può ascoltare nel primo lavoro discografico a suo nome, dal titolo “Mr. Somebody”. Concepito in piena pandemia, propone un curioso viaggio musicale all’interno delle complesse personalità umane emerse negli ultimi due anni. L’album verrà presentato al Milestone Live Club, il locale della grande musica dal vivo di Piacenza, sabato 16 aprile alle 21.30. Insieme a lui sul palco ottimi musicisti, come Renato Podestà (già compagno di avventure in Sugarpie e nel Renato Podestà trio) Alex Carreri al basso ed Emiliano Vernizzi al sax tenore e soprano.

Per entrare al Milestone è richiesta la tessera associativa che si può ottenere anche direttamente sul posto. L’inizio del concerto è alle 21.30 mentre il locale aprirà al pubblico alle 20:45. Non è necessaria la prenotazione, si potrà accedere al locale fino all’esaurimento dei posti disponibili. In adeguamento alle ultime norme sanitarie, all’ingresso sarà verificato il possesso del green pass rafforzato. Per assistere al concerto sarà necessario indossare la mascherina FFP2.

Il lavoro di Roberto Lupo prende forma attraverso un repertorio eclettico e variopinto di brani originali che, fondendo varie forme stilistiche accomunate dalla matrice afroamericana, proietta l’ascoltatore verso un’esperienza totalizzante e multisensoriale. Proprio per questo le sette composizioni sono intitolate a personaggi immaginari come, per esempio, “Miss Cloe”, che attraverso immagini e colori che richiamano il mondo di New Orleans, esprime un approccio ironico verso la vita, o la cupa e malinconica “Mr. Brown”, per passare alla energia rabbiosa di “Mr. Claude”.

Il gruppo di musicisti che supporta Lupo in questo nuovo progetto è davvero solido; grazie alla loro capacità di sintesi ed esperienza pluriennale, sono riusciti a interpretare al meglio e dare forma a questo curioso caleidoscopio musicale fatto di immagini e colori.

Roberto Lupo è diplomato in batteria e percussioni, ha collaborato con musicisti del panorama jazz nazionale del calibro di Gian Luca di Ienno, Mauro Negri, Roberto Soggetti, Umberto Petrin, solo per citarne alcuni, ma è noto soprattutto per essere da oltre dieci anni il batterista della band internazionale di progressive-swing “Sugarpie and the Candymen” con la quale ha partecipato ai più importanti Festival Jazz d’Europa come Umbria jazz, Montreux, Asconajazz e altri. È inoltre docente di batteria della Milestone School of Music.

Per informazioni contattare: Angelica Dadomo – Ufficio Stampa Piacenza Jazz Club cell. 339/3266902; email: ufficiostampa@piacenzajazzclub.it