Provincia di Modena: la Via Vandelli candidata a luogo del cuore 2022

22
Pellizzanetta

Si vota fino al 15 dicembre

MODENA – Sono oltre 13mila le firme raccolte per sostenere la Via Vandelli nella campagna nazionale dei “Luoghi del cuore”, il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare promosso dal Fai che scadrà il prossimo 15 dicembre e premierà i luoghi più votati. Attualmente la Via Vandelli è terza, sul territorio nazionale, come luogo del cuore più votato.

Per Vittorio Cavani, capo delegazione Fai di Modena, e Giulio Ferrari, coordinatore del comitato “amici della Via Vandelli” «La Via Vandelli è l’ultima delle strade antiche e la prima delle strade moderne, voluta dal duca Francesco III d’Este per collegare la sua capitale Modena con Massa e il mar Tirreno e rappresenta un patrimonio collettivo di storia e tradizione che occorre valorizzare e promuovere, anche attraverso questa candidatura, che ha l’obiettivo di far conoscere la Via e anche di aggiudicarsi le risorse per la sua valorizzazione, messe a disposizione nell’ambito del censimento, in caso di piazzamento sul podio nella classifica finale nella classifica finale».

La candidatura, sostenuta dl FAI Modena, è promossa dal comitato “amici della via Vandelli”, fondato da Giulio Ferrari, nel 2017 con l’obiettivo di svolgere attività di riscoperta e di promozione della via stessa, definita “la madre di tutte le strade moderne”.

Realizzata nel 1739 da Domenico Vandelli era la più avveniristica delle strade carrozzabili e paradigma della rivoluzione viaria settecentesca, utilizzata per il commercio delle merci dalla pianura padana al porto di Marina di Avenza.

Inoltre collega il palazzo ducale di Modena e di Sassuolo con quello di Massa toccando anche il palazzo ducale di Pavullo nel Frignano e la rocca ariostesca di Castelnuovo di Garfagnana.