Premio Sviluppo Sostenibile 2019: Bonaveri tra i vincitori

270

L’azienda emiliana ha ricevuto il premio nella categoria Economia Circolare con il progetto “BNatural”: il primo manichino biodegradabile al mondo

RIMINI – Ecomondo: tre categorie in gara per premiare le realtà italiane che si sono distinte per risultato ambientale, contenuti innovativi, possibilità di diffusione e di buone performance economiche. Con il progetto BNatural, Bonaveri si aggiudica il Premio Sviluppo Sostenibile 2019 nella categoria Economia Circolare.

Bonaveri – leader mondiale nella produzione di manichini di alta gamma, con sede a Renazzo di Cento (FE) – è una delle dieci aziende selezionate per progetti concreti e virtuosi, in grado di rappresentare case history significative nell’ambito della Circular Economy.

Il progetto BNatural ha offerto per la prima volta sul mercato dei manichini un’alternativa sostenibile, grazie a un prodotto ottenuto da materia prima naturale e fonte rinnovabile. L’obiettivo di Bonaveri è stato quello di unire alla più alta qualità e attenzione al dettaglio – che da sempre la contraddistinguono – il rispetto per l’ambiente, le risorse e il pianeta, coniugando etica ed estetica. Con i manichini BNatural, i brand di moda hanno la possibilità di ridurre del 25,72% la propria impronta ambientale, promuovendo al tempo stesso un’economia sempre più circolare e sostenibile.

Il Premio Sviluppo Sostenibile, promosso dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e dall’Italian Exhibition Group, con il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, ha presentato i vincitori dell’undicesima edizione a Rimini, in occasione di Ecomondo. L’iniziativa ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica Italiana, importante riconoscimento a fronte dell’interesse culturale e istituzionale del progetto.

“Le mode passano, ma la natura resta ed è il bene più prezioso che abbiamo” Dichiara Andrea Bonaveri, CEO dell’azienda “Il progetto BNatural rappresenta l’inizio di un percorso che ci siamo impegnati ad intraprendere, che non coinvolge solo il prodotto, ma che si allarga a tutte le fasi della vita d’impresa. Siamo consapevoli del fatto che non ci può essere qualità senza responsabilità: etica ed estetica devono percorrere un sentiero comune”.

Bonaveri è la prima azienda al mondo ad aver prodotto un manichino biodegradabile, realizzato in B Plast®, bio-plastica che deriva al 72% dalla canna da zucchero, e verniciato con B Paint®, la prima vernice naturale composta esclusivamente da sostanze organiche rinnovabili.

BNatural è non solo un prodotto certificato – Bplast e Bpaint sono garantiti OK-BIOBASED dall’ente TUV AUSTRIA – ma anche corredato di un’analisi Cradle to Cradle (“dalla culla alla culla”) che ne dimostra l’efficienza in un’ottica di economia circolare.

Nel 2016, con l’obiettivo di migliorare la propria performance ambientale, Bonaveri ha avviato una collaborazione con l’Università di Bologna per definire un packaging più eco-friendly. A seguito di una approfondita analisi LCA di tutto il ciclo produttivo, gli imballaggi erano infatti risultati come uno dei fattori più critici e impattati dal punto di vista della sostenibilità. I nuovi packaging hanno permesso una riduzione del 40 % delle emissioni di CO2, del 37% del consumo di energia e del 56% di quello di acqua e il progetto è stato premiato nel 2017 dal CONAI con il “Premio speciale per il caso più meritevole dal punto di vista tecnico-progettuale”.

La cerimonia di premiazione del Premio Sviluppo Sostenibile si è svolta il 7 novembre a Rimini, in occasione di Ecomondo: le aziende e città premiate hanno ricevuto la Targa del Premio Sviluppo Sostenibile 2019, alla presenza del Presidente della Commissione Premio, Edo Ronchi, e di tutta la Giuria.