Parma, riprende il viaggio musicale alla Casa della Musica con Marco Rizzi e Roberto Arosio

24

PARMA – Si torna a viaggiare sulle ali della musica alla Casa della Musica di Parma. Dopo il successo degli appuntamenti di primavera, lunedì 3 ottobre 2022 alle ore 20.30 riprende la rassegna “Folk Songs” realizzata dalla Società dei Concerti di Parma in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma-Casa della Musica. Il cartellone ruota intorno all’incontro tra musica popolare e musica colta: due mondi apparentemente lontani, ma invece profondamente vicini, che quando si incrociano danno vita a capolavori assoluti.

Sul palco salirà un duo d’eccellenza, formato dal violinista Marco Rizzi e dal pianista Roberto Arosio, che sostituisce Simone Soldati indisponibile per motivi di salute. In programma tre splendide pagine del repertorio per violino e pianoforte: la Sonata n. 8 in Sol maggiore op. 30 n. 3 di Ludwig van Beethoven, la Sonata n. 2 in Re maggiore op. 94 bis di Sergej Prokof’ev e la Suite italienne n. 2 di Igor Stravinskij.

Il violinista Marco Rizzi è uno dei musicisti italiani più apprezzati ed è regolarmente ospite di sale quali la Scala di Milano,  la Salle Gaveau e la Salle Pleyel a Parigi,  il Lincoln Center di New York, la Sala Grande del Conservatorio di Mosca, la Musikhalle di Amburgo, il Tivoli di Copenhagen, il Concertgebouw di Amsterdam,  la Konzerthaus di Berlino. Ha suonato con direttori quali R. Chailly, H. Vonk, A. Ceccato, G. Noseda, V. Jurowski, P. Eötvös,  S. Denéve, G. Neuhold e con rinomate orchestre quali la Staatskapelle Dresden, la Indianapolis  Symphony  Orchestra,  la  Royal  Liverpool  Philharmonic, l’Orchestre de Concerts Lamoreux, la Hong Kong Philharmonic, la Rotterdam Philharmonisch, l’Orquesta RTVE di Madrid, la BBC Scottish, la Nederlands Philharmonic, e numerose altre. In collaborazione con artisti quali A. Lucchesini, M. Brunello, E. Dindo, L. Zylberstein, G. Hoffman, N. Imai, M. Fischer-Dieskau, D. Poppen, Marco Rizzi affianca all’attività solistica una dimensione cameristica vissuta con passione. È dedicatario di brani composti da importanti autori contemporanei quali A. Corghi, L. Francesconi, F. Vacchi, U. Bombardelli, C. Galante, U. Leyendecker. Ha inciso per Deutsche Grammophon, Amadeus, Nuova Era, Dynamic, Warehouse. Ha insegnato in prestigiose istituzioni quali le Hochschule für Musik di Detmold e di Mannheim, la Escuela Superior de Musica Reina Sofia a Madrid ed il Conservatorio della Svizzera italiana a Lugano. È inoltre regolarmente membro di giuria presso importanti concorsi internazionali come il Concorso J. Joachim di  Hannover, il Concorso Queen Elisabeth di Bruxelles oppure il Concorso Paganini di Genova, e vari suoi allievi sono stati premiati in rinomati competizioni internazionali.

Il pianista Roberto Arosio si è laureato con il massimo dei voti al Conservatorio “Verdi “di Milano con il prof. Esposito e ha debuttato nel 1990 come solista alla Sala Verdi di Milano della Rai con l’Orchestra Sinfonica di Milano diretta da Vladimir Delman. Da allora ha tenuto concerti come solista e camerista in Italia, Svizzera, Francia, Germania, Spagna, Polonia, Portogallo, Corea, Giappone, America Latina, Messico, Stati Uniti, Canada ed Egitto, con musicisti del calibro di Bruno Giuranna, Mario Ancillotti, Andrea Oliva, Roger Bobo, Joseph Alessi, Martin Hacklemann, Allen Vizzuti, Philip Smith, Alain Trudel e Velvet M. Brown.

Premiato in numerosi Concorsi internazionali di Musica da camera, dal ’92 al ’96 è stato membro dell’Orchestra Giovanile Europea (E.C.Y.O.); ha  inciso per la Rivista Amadeus, per Sax Record, Rivo alto, Ediclass, Rainbow e Cristal ed ha effettuato registrazioni radiofoniche  per la Rai (Roma), SSDRS di Zurigo, Radio France, RNE Madrid, Deutschland Radio Berlino e BBC di Londra. Per le sue straordinarie doti di camerista è molto richiesto anche in ambito di alta formazione: collabora con i Maestri Gabor Meszaros, Luisa Castellani e Pavel Berman presso il Conservatorio della Svizzera italiana (Lugano) ed è regolarmente invitato a ricoprire il ruolo di pianista ufficiale nell’ambito di Masterclass e Concorsi di profilo internazionale. Collabora in qualità di pianista e tastierista d’orchestra con l’Accademia di Santa Cecilia (Roma), l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI (Torino) e l’Orchestra della Svizzera italiana (Lugano).

I prossimi appuntamenti di “Folk Songs” vedranno protagonisti: il 17 ottobre il pianista Maurizio Baglini e la violoncellista Silvia Chiesa (Busoni, Casella, Castelnuovo-Tedesco) e il 7 novembre il pianista Roberto Plano (Liszt, Prokofiev, Metner, Caikovskij, Skrjabin, Ponce, Castro Herrera, Copland, Gerswhin).

Biglietti

INTERO……………………………………………… € 20

RIDOTTO under 30 – over 60…………….. € 15

RIDOTTO soci*…………………………………….€ 13

RIDOTTISSIMO Studenti**……………………€ 7

I biglietti sono in vendita sul sito www.liveticket.it/societaconcertiparma o con prenotazione via WhatsApp al numero 345.0266567.

I biglietti rimanenti per i singoli spettacoli saranno in vendita nella location dell’evento un’ora prima dello spettacolo.

Si consiglia al gentile pubblico al fine della sostenibilità di acquistare il biglietto online.

Fondata nel 1894, la Società dei Concerti di Parma è tra le più antiche in Italia e ha portato nella città ducale leggende della musica come Horowitz, Rubinstein, Benedetti Michelangeli, Segovia e molti altri ancora. In oltre 125 anni di storia ha continuato a proporre al pubblico di Parma, noto per la sua competenza musicale, spettacoli di elevata qualità: ha ideato la Stagione concertistica del Teatro Regio di Parma, il Concerto di Capodanno dei Filarmonici di Busseto, i Concerti della Casa della Musica, il Paganini Guitar Festival, la rassegna estiva Un pizzico di luna e gli spettacoli per famiglie di Families’s Corner. A queste iniziative si aggiungono i progetti speciali e le commissioni da parte di Istituzioni e Fondazioni, fra cui gli spettacoli commissionati dal Teatro Regio nell’ambito del Festival Verdi. Ha inoltre prodotto e pubblicato due cd: Intimate Paganini di Giampaolo Bandini (Decca) e Verdiana Live recording de I Filarmonici di Busseto. Nel drammatico periodo di fermo dovuto alla pandemia, ha realizzato progetti speciali online come il video dedicato agli operatori sanitari Va’ pensiero per le strade del mondo, il contest per giovani musicisti Open Call For Chamber Music, le versioni in streaming di Paganini Guitar Festival, Christmas Corner e Concerto di Capodanno. Collabora con le principali istituzioni cittadine, tra le quali il Conservatorio “Boito”, il Liceo Musicale “Bertolucci”, l’Università di Parma, l’Azienda Ospedaliera, il Complesso Monumentale della Pilotta e il progetto Parma Città Universitaria. Dal 2020 fa parte dei prestigiosi circuiti AMUR, Associazioni Musicali in Rete, e AIAM, Associazione Italiana Attività Musicali.

La Stagione 2022 della Società dei Concerti di Parma e il Paganini Guitar Festival sono sostenuti da: Ministero della Cultura, Regione Emilia Romagna, Comune di Parma, Casa della Musica, Sinapsi Group, Fondazione Cariparma, Chiesi Farmaceutici, Fondazione Monteparma, Oceania Capital, Ct Transport s.r.l., D’Addario & Co, Amici di Paganini di Genova.

Istituzioni e Festival Partner: Teatro Regio di Parma, Festival Verdi, Verdi Off, Musica Con Vista, Paganini Genova Festival, Università di Parma, Conservatorio Arrigo Boito di Parma, Liceo Musicale Attilio Bertolucci. In rete con Comitato Amur e Aiam.

Sostieni la Società dei Concerti di Parma con l’artbonus, vai su www.societaconcertiparma.com