Parchi: decalogo sui comportamenti anche in inglese e arabo

17

Il vademecum sulle buone condotte da adottare nelle aree verdi pubbliche è stato tradotto con l’obiettivo di aumentare la divulgazione dei contenuti. È scaricabile anche da internet

MODENA – Le indicazioni sui corretti comportamenti da adottare nei parchi cittadini ora si possono leggere anche in inglese e in arabo. È stato tradotto nelle due lingue straniere, infatti, l’opuscolo realizzato nei mesi scorsi dalla Polizia locale di Modena e dall’ufficio Ufficio Sicurezze e legalità del Comune con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sulla frequentazione delle aree verdi: in questo modo sarà possibile consentire la più ampia divulgazione e comprensione dei consigli riportati sui volantini, nei quali si richiamano alla responsabilità le persone che frequentano questi spazi pubblici. Il decalogo, che prende spunto dal Regolamento comunale di Polizia urbana, è stato realizzato nell’ambito del progetto “Il parco Novi Sad, azioni integrate per la sicurezza urbana”, promosso dall’Amministrazione e finalizzato a riqualificare e rendere più sicura l’ampia area verde a ridosso del centro storico, cercando di incidere pure sul tipo di frequentazione. La distribuzione avverrà nei prossimi giorni; i vademecum si potranno anche scaricare dai canali digitali dell’ente, a partire dal sito web della Polizia locale (comune.modena.it/polizialocale) e dai profili social Facebook (facebook.com/PLModena) e Instagram (instagram.com/plmodena).

L’opuscolo, intitolato “I parchi pubblici sono di tutti! Occorre avere rispetto e prestare attenzione alle proprie azioni”, spiega che considerare gli spazi dei parchi come se fossero un bagno privato è vietato e che non è permesso abbandonare rifiuti e danneggiare le piante; allo stesso modo, non è consentito praticare giochi che disturbino le persone. Oppure, per chi possiede un drone, si segnala che utilizzarlo nei luoghi frequentati può risultare pericoloso.

Nel decalogo anche l’ironia è funzionale allo scopo: per esempio, ricordando che è vietato fare grigliate fuori delle aree attrezzate, si precisa che “il pic-nic non vale una sanzione fino a 154 euro” o che “cercare un parcheggio è meno caro di una sanzione fino a 300 euro” visto che “non si può circolare con veicoli a motore nelle aree verdi”.

Altre regole da tenere bene a mente: non è permesso consumare alcolici su aree pubbliche e non si deve disturbare con rumori o utilizzare strumenti sonori dopo la mezzanotte. Ancora, è vietato danneggiare giochi, arredi e segnaletica; e far circolare i cani fuori dalle aree dedicate. No anche a biciclette o pattini sull’erba, alla pesca nei laghetti senza autorizzazione e a dar da mangiare agli animali presenti nel parco.