“Oblivion Rhapsody” il 12 aprile al Teatro Municipale di Piacenza

48
OBLIVION RHAPSODY ©GiorgioMinisini

PIACENZA – Un gigantesco bigino delle performance più amate e imitate degli Oblivion, uno show nato per festeggiare l’anniversario dei primi dieci anni di tournée insieme. È “Oblivion Rhapsody”, che vedremo al Teatro Municipale di Piacenza martedì 12 aprile alle ore 21 nel cartellone Altri Percorsi a chiusura della Stagione di Prosa del Municipale, direzione artistica di Diego Maj, organizzata da Teatro Gioco Vita con Fondazione Teatri di Piacenza e il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano e Iren. Un appuntamento atteso, con il quale ritornano al Teatro Municipale Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda e Fabio Vagnarelli dopo il successo di “Oblivion Show” nel 2011, “Othello, la h è muta” nel 2015 e “Oblivion: the human jukebox” nel 2017.

“Oblivion Rhapsody”, regia di Giorgio Gallione, è la summa dell’universo Oblivion come non l’avete mai visto né sentito prima d’ora: cinque voci, una chitarra, miliardi di parole, suoni e note scomposti e ricomposti a prendere nuova vita. I cinque artisti ancora una volta giocano con la musica e il teatro, spaziando tra genio e follia, giocoleria e cabaret, intrattenimento leggero e profonda demenzialità. In quest’ultimo spettacolo sfidano sé stessi con un’inedita e sorprendente versione acustica della loro opera omnia e salgono sul palco per distruggere e reinventare le loro hit, dopo aver sconvolto senza pietà quelle degli altri. Dalle famose parodie dei classici della letteratura, passando per la dissacrazione della musica a colpi di risate, un viaggio che ripercorre anni di raffinate e folli sperimentazioni.

“Oblivion Rhapsody” si caratterizza anche per una nuova sfida degli Oblivion: trasformarsi in una rock band a cappella, senza strumenti né basi musicali, per raccontare più di 50 anni di storia della musica rock in 6 minuti e solo con le loro cinque voci. 50 interpreti immortali, 53 hit memorabili che toccano tutti i generi del Rock. Una vera e propria rockpedia. In “Oblivion Rhapsody” gli Oblivion presentano infatti “History of Rock”: dopo aver parodiato i brani più famosi della musica italiana, gli Oblivion si mettono alla prova con un progetto mastodontico e internazionale: raccontare la storia del rock, attraverso gli autori più importanti del genere e i brani più famosi, senza soluzione di continuità e senza strumenti o basi musicali ma utilizzando unicamente le loro cinque voci a riprodurre anche gli strumenti musicali: batteria, basso, chitarra, tastiere e synth.

«Gioco, paradosso, ironia, sorriso – sono le parole del regista Giorgio Gallione – questo è il Comico che vedo negli Oblivion. Il tutto sorretto e condito da un talento continuamente messo in discussione e da una professionalità feroce. Rivolta soprattutto “contro” sé stessi. Tutto è libero e volatile nel loro teatro, ma nulla è affidato al caso. C’è costantemente una architettura ferrea che sostiene i loro castelli di carta. Così, sempre, quello che può sembrare solo uno scherzo diventa nella realtà della scena non tanto un ingrediente digestivo o ciecamente spensierato, ma un linguaggio polifonico, meticcio, contaminato. Prezioso come una filigrana lucente ma usato come strumento del pensiero divergente, del mondo alla rovescia. Una costruzione variegata e complessa di parole e musica che gode della gioia della lingua e del pensiero, ma che si trasforma presto in sberleffo liberatorio, sovversione del senso comune, ludica e ragionata aggressione alla noia. Riguardandoli ripenso sempre ai “valori” che Calvino suggerisce come fondamentali nelle sue “Lezioni Americane”: leggerezza, rapidità, esattezza, molteplicità, visibilità. E tanto serio divertimento. Perché senza gioia le parole, e le musiche, hanno i piedi di piombo».

“TRE PER TE” Stagione di prosa 2021/2022 del TEATRO MUNICIPALE di Piacenza

è una rassegna di

TEATRO GIOCO VITA direzione artistica Diego Maj

FONDAZIONE TEATRI DI PIACENZA

in collaborazione con

FONDAZIONE DI PIACENZA E VIGEVANO

e IREN

con il contributo di

MIC

REGIONE EMILIA – ROMAGNA

Teatro Municipale di Piacenza (Via Verdi 41)

martedì 12 aprile 2022 ore 21 – ALTRI PERCORSI

AGIDI presenta

Oblivion in

OBLIVION RHAPSODY

uno spettacolo di e con gli Oblivion:

Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda, Fabio Vagnarelli

scene Lorenza Gioberti

costumi Elisabetta Menziani

luci Aldo Mantovani

regia Giorgio Gallione 

Biglietti

Platea                                    € 30 (intero) 28 (convenzioni) 26 (ridotto)

Posto Palco                            € 28 (intero) 26 (convenzioni) 24 (ridotto)

Ingresso Palchi                       € 17 (intero) 16 (convenzioni) 15 (ridotto)

Galleria numerata                   € 23 (intero) 22 (convenzioni) 21 (ridotto)

Loggione numerato                 € 14 (intero) 13 (convenzioni) 12 (ridotto)

Studenti                                 € 13 (posto in Galleria)

Biglietteria

TEATRO GIOCO VITA via San Siro 9 – 29121 Piacenza

Dal martedì al venerdì ore 10-13. Tel. 0523.315578, e-mail biglietteria@teatrogiocovita.it

Il giorno dello spettacolo la biglietteria è attiva anche a partire dalle ore 19 al Teatro Municipale.

Per informazioni: Teatro Gioco Vita, tel. 0523.315578, info@teatrogiocovita.it

Teatro Municipale di Piacenza| martedì 12 aprile 2022 | ore 21 | ALTRI PERCORSI

AGIDI presenta

Oblivion in

OBLIVION RHAPSODY

uno spettacolo di e con gli Oblivion:

Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda, Fabio Vagnarelli

regia Giorgio Gallione