Miglior Sommelier del Soave, sul podio un sommelier cesenate

Gilles Coffi Degboe bissa il successo ottenuto due a giugno al Master sul Nero di Troia conquistando la medaglia di bronzo anche al trofeo nazionale andato in scena a Verona

CESENA – Nuovo brindisi per il sommelier cesenate Gilles Coffi Degboe, che dopo aver conquistato a giugno la medaglia di bronzo al Master sul Vitigno Nero di Troia, ha conquistato il terzo gradino del podio al trofeo nazionale “Miglior Sommelier del Soave” organizzato dall’Associazione Italiana Sommelier Veneto e andato in scena domenica 2 e lunedì 3 settembre al Palazzo della Gran Guardia di Verona in occasione della manifestazione “Soave Versus”.

A contendersi il trofeo sono stati sommelier professionisti provenienti da Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Molise e Puglia, chiamati a sfidarsi attraverso una prova scritta sulle caratteristiche del territorio, della Doc Soave con le sue sottozone e delle aziende locali prima di misurarsi alla prova di degustazione alla cieca con abbinamento e all’interrogazione dei giurati.

“Sono davvero contento per questo risultato ottenuto su una delle zone del vino più importanti d’Italia per storia, qualità e tradizione – commenta raggiante Gilles Coffi Degboe, sommelier professionista e docente all’Istituto alberghiero di Forlimpopoli – Gli studi e le degustazioni su questo territorio, insieme all’esperienza maturata in Romagna, mi hanno permesso di confrontarmi alla pari con colleghi molto preparati e di raggiungere un traguardo in cui speravo molto”.

Ad aggiudicarsi il trofeo nazionale “Miglior Sommelier del Soave” è stato il molisano Carlo Pagano, seguito dal marchigiano Matteo Antonelli. Terzo classificato ex equo con Gilles Deffi Cogboe un altro romagnolo, il sommelier Marco Casadei.