Lettera di Confconsumatori e Federcnosumatori al Sindaco di Parma

54

Consumatori: misure urgenti per Covid-19

ParmaPARMA – Sono molte le problematiche e le situazioni di disagio che l’emergenza determinata dal Covid-19 sta creando a livello nazionale e locale.

Anche la comunità di Parma è duramente colpita da questo fenomeno, per questo, le associazioni dei consumatori Federconsumatori e Confconsumatori hanno inviato al Sindaco di Parma Federico Pizzarotti una lettera in cui mettono in evidenza alcune misure ritenute urgenti per le famiglie, gli utenti e i cittadini e che rappresenterebbero una risposta, seppur parziale, ad alcune necessità riscontrate a livello locale.

Sono infatti molte le segnalazioni e le richieste dei consumatori che sono arrivate, da fine febbraio ad oggi, agli sportelli parmigiani delle due associazioni, che riguardano il tema dei trasporti, dei servizi per l’infanzia e dei prezzi.

In particolare, nella lettera firmata da Mara Colla, Presidente nazionale di Confconsumatori, e da Fabrizio Ghidini, Presidente di Federconsumatori Parma, le associazioni chiedono:

  • La sospensione totale del costo delle rette di nidi e materne per i periodi di chiusura;
  • L’estensione eventuale del servizio per uguale periodo, da concertare con i genitori (nidi e asili aperti nel mese di luglio per esempio);
  • La sospensione fino al 3 aprile del pagamento per la sosta (righe blu);
  • La proroga, al momento di un mese, della scadenza degli abbonamenti annuali TEP per gli studenti;
  • Il rimborso degli abbonamenti mensili TEP non usufruiti nel mese di marzo 2020;
  • Di vigilare sull’andamento dei prezzi al dettaglio dei generi di prima necessità, mediante la Polizia Locale, per evitare eventuali fenomeni di speculazione già registrati in altri Comuni italiani.

«Le associazioni – rimarcano Mara Colla e Fabrizio Ghidinirestano a disposizione di tutti i consumatori che avranno o hanno già riscontrato problematiche di vario genere derivanti dall’attuale situazione di emergenza».