La storia della beneficenza a Ferrara in due incontri con Tito Manlio Cerioli

Giovedì 22 e giovedì 29 novembre alle 16 (corso Ercole I d’Este)

logo-comune-ferraraFERRARA – Appuntamento nei prossimi giorni al Museo del Risorgimento Ferrara (corso Ercole I d’Este) con due conferenze a cura di Tito Manlio Cerioli che, con il titolo “Per Carità: il Welfare prima del Welfare, Ferrara”, si propongono di ripercorrere il “filo della beneficenza” nella nostra città nei secoli passati.

Il primo incontro giovedì 22 novembre (alle 16) è dedicato ai secoli XVI-XVIII. L’esposizione intende mostrare in primo luogo il numero e la natura delle istituzioni assistenziali presenti in città nel periodo in esame mostrandone caratteristiche e problematiche, in secondo luogo si porrà l’accento su come le varie istituzioni siano di fatto il frutto e l’espressione delle linee di pensiero prevalenti di volta in volta all’interno della società del tempo e rispondano a precisi indirizzi di tipo politico ed amministrativo.

Il secondo appuntamento giovedì 29 novembre alle 16 è dedicato a l”Assistenza a Ferrara: il secolo XIX’. Il riflesso dei mutamenti politici sull’attività assistenziale con particolare riferimento alla Casa di Ricovero ed Industria ed alle altre istituzioni assistanziali nate nel periodo preunitario (Asili infantili, Scuole per sordomuti, Scuole Serali Conservatorio Placci , Conservatorio si San Giovanni Battista ed orfanelle del Colera). Col XIX secolo riprende con forza il processo evolutivo dell’assistenza che si era come bloccato in seguito alla devoluzione di Ferrara nella santa Sede. Con l’unità inizia un lento ma inesorabile mutamento di prospettiva che trasformerà la gestione della Beneficenza da assistenza ai bisognosi a questione di ordine pubblico, fino alla completa Statalizzazione nel periodo Fascista.