‘La sposa di Lammermoor’: dal romanzo storico all’opera

97

Mercoledì 2 maggio alle 17 conferenza di Paola Spinozzi

ferraraFERRARA – In occasione della messa in scena della ‘Lucia di Lammermoor’ al Teatro Comunale Claudio Abbado (il 6 e l’8 maggio 2018), una conferenza di Paola Spinozzi ripercorre le vicende e l’ambientazione storica di questo dramma, dal romanzo di Walter Scott all’opera di Gaetano Donizetti. L’appuntamento è per mercoledì 2 maggio 2018 alle 17, nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via delle Scienze 17, Ferrara). L’incontro, aperto liberamente a tutti gli interessati, rientra nel ciclo ‘Libri in scena’ a cura dell’Associazione Culturale Amici della Biblioteca Ariostea

LA SCHEDA a cura degli organizzatori

Ambientata durante la Glorious Revolution del 1688-1689 e poco prima dell’Act of Union tra la Scozia e l’Inghilterra, The Bride of Lammermoor (1819) commemora la fine dell’identità della Scozia come nazione separata. Il romanzo è atipico rispetto ai romanzi di Walter Scott, dato che il destino dei suoi personaggi si sottrae al loro controllo. Il romanziere scozzese mescola abilmente il romance di Spenser e il gotico The Monk di Matthew G. Lewis, esaltando gli elementi soprannaturali e la coincidenza. Il fulcro è nella contrapposizione tra la nobiltà dei nuovi ricchi Whig esemplificata dagli Ashton, imprenditori di classe media che, grazie al Casato di Hannover, divennero la nuova classe dirigente, e la povertà e l’orgoglio della tradizionale classe proprietaria terriera, rappresentata dai Ravenswood. Dal romanzo di Walter Scott Salvadore Cammarano trasse il libretto per l’opera Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti, che andrà in scena al Teatro Comunale Claudio Abbado il 6 e l’8 maggio.

Il calendario completo degli eventi e delle attività culturali, aperti liberamente a tutti gli interessati, in programma nelle biblioteche e archivi del Comune di Ferrara su: http://archibiblio.comune.fe.it