La danza di “Cittadine!” alla giornata “Giovani e memoria”

17
“Cittadine!”, un momento dello spettacolo

Lunedì 31 ottobre, a Roma, lo spettacolo creato dal Centro documentazione donna e dall’Istituto storico di Modena sulla conquista del voto da parte delle donne italiane

MODENA – Lo spettacolo di danza “#Cittadine! Alla conquista del voto”, creato dal Centro documentazione donna e dall’Istituto storico di Modena, andrà in scena lunedì 31 ottobre a Roma, in occasione della prima giornata nazionale “Giovani e memoria”, come esempio di buona prassi di comunicazione della storia ai giovani.

La Giornata nazionale, che si svolge all’Acquario romano, è promossa dalla Struttura di missione della Presidenza del Consiglio per la valorizzazione degli anniversari nazionali e della dimensione partecipativa delle nuove generazioni ed è realizzata in collaborazione con Indire (Istituto nazionale di documentazione, innovazione e ricerca educativa), con l’Agenzia nazionale per i giovani e con l’Ordine degli architetti di Roma e provincia.

“#Cittadine!”, che andrà in scena alle 12 e si potrà vedere in diretta sulla pagina Facebook di Indire, racconta, con la metodologia della Public History, la lunga battaglia per il suffragio delle donne. La narrazione, tra coreografie, musiche, parole e immagini, si dipana dall’Unità d’Italia al 1946 quando, finalmente cittadine, le italiane esercitano per la prima volta il diritto di voto attivo e passivo.

Lo spettacolo, con la regia di Paolo Cannistrà e la drammaturgia di Caterina Liotti e Paola Gemelli del Centro documentazione donna, è stato rappresentato per la prima volta a Modena nel 2016, nell’ambito delle attività promosse dal Comitato per la storia e la memoria del Novecento del Comune di Modena per il 70° anniversario del primo voto alle donne. Realizzato in collaborazione con la Federazione nazionale associazioni scuole di danza (Fnasd), da allora “#Cittadine!” è stato ripetuto in diverse città dell’Emilia Romagna e, nel maggio scorso, a Viterbo, in collaborazione con l’Università della Tuscia. A Roma danzeranno, infatti, le allieve e gli allievi del Corso di alta formazione danzatori del Teatro Golden di Roma e delle scuole di danza Balletto, Ragonesi e Tersicore di Viterbo.