Je veux encore chanter il 22 aprile al Teatro del DAMSLab di Bologna

10

BOLOGNA – Venerdì 22 aprile, alle ore 21, presso il Teatro del DAMSLab, si aprirà ufficialmente la prima edizione di UOF – Urban Opera Festival, il festival con la direzione artistica di Virginia Guastella, inserito nell’ambito della rassegna de La Soffitta 2022 – Bologna Crocevia di Culture: in scena l’anteprima assoluta dello spettacolo Je veux encore chanter, per la drammaturgia musicale di Virginia Guastella, la regia e la creazione immagini di Fabio Iaquone e l’installazione scenica di Erminia Palmieri. A coadiuvare regia, scenografia e costumi, anche alcuni studenti dei Corsi di Laurea del DAR.

Sul palco, invece, – con le musiche di R. Strauss, C. W. Gluck, H. Purcell, J. Offenbach, A. Vivaldi, Carla Rebora, Marcello Panni, Missy Mazzoli e Fabio Vacchi –  Chiara Osella, mezzosoprano e Andrea Rebaudengo, pianoforte.

Je veux encore chanter percorre la storia del teatro musicale dal passato alla contemporaneità, toccando alcuni dei temi più consueti: l’amore, l’abbandono, la morte, la rinascita, il conforto, il potere taumaturgico che all’arte e alla musica qui si vogliono ancora riconoscere.

La performance sarà preceduta da una prova generale aperta (ore 17), introdotta dalla compositrice Virginia Guastella e da Anna Scalfaro, che ha collaborato alla realizzazione del progetto.

UOF – Urban Opera Festival nasce dall’intento di studiare in modo collettivo, in una vera chiamata democratica e orizzontale tra artisti professionisti e giovani studenti, una nuova narrazione della contemporaneità in forma teatrale e trasversale ad ogni arte.

Lo spirito multidisciplinare del festival si concretizzerà in un doppio appuntamento annuale per due anni, con un importante ampliamento dei contenuti artistici e soprattutto un coinvolgimento diffuso della città, animando luoghi alternativi ai palcoscenici teatrali tradizionali.

Urban Opera Festival nasce dunque, nelle intenzioni di Virginia Guastella e del Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna, per incentivare ed accogliere la creazione di spettacoli di teatro musicale contemporaneo ideati ad hoc da artisti nazionali ed internazionali ospiti e dai vincitori della Call for Artists, cuore pulsante del Festival, che partirà ad aprile al fine di concretizzarsi nell’appuntamento della primavera 2023.

UOF commissionerà dunque ai vincitori della Call for Artists di aprile 2022 l’ideazione di nuove forme operistiche da mettere in scena in luoghi precisi della città di Bologna, non deputati alla fruizione culturale, ma che si rivelano naturalmente predisposti ad accogliere una performance.

UOF vuole accogliere musicisti, cantanti, attori, ballerini dal vivo, Dj set, installazioni audio/video per dialogare con gli spettatori in una pluralità di stili combinati a servizio della narrazione operistica: classica, contemporanea, jazz, elettronica, pop, rock.

Lo spettacolo (ore 21) e la prova aperta (ore 17) sono a ingresso libero previa prenotazione su damslab.unibo.it. Per partecipare sono obbligatori il possesso della Certificazione verde Covid-19 (Green Pass Rafforzato) e l’utilizzo della mascherina FFP2.

Maggiori informazioni su damslab.unibo.it; novità e aggiornamenti live disponibili sulla pagina Facebook facebook/damslab.lasoffitta.

URBAN OPERA FESTIVAL

Je veux encore chanter

PROGRAMMA

Richard Strauss (1864 – 1949)

Sein Wir wider gut! dall’opera Ariadne auf Naxos per mezzosoprano e pianoforte

Richard Strauss (1864 – 1949)

Ouverture dell’Opera e brano Allegretto delle Ninfe dall’opera Ariadne auf Naxos per pianoforte

Carla Rebora (1973)

Alma de Fuego per voce femminile

Jacques Offenbach (1819 -1880)

Vois sous l’archet frémissant da Les Contes d’Hoffmann per mezzosoprano e pianoforte

Marcello Panni (1940)

Thema per pianoforte  e Aria di Jitsuko dall’opera Hanjo (prima assoluta della versione per mezzosoprano e pianoforte)

Christoph Willibald Gluck (1714 – 1787)

Amour viens rendre à mon âme dall’opera Orphée et Eurydice per mezzosoprano e pianoforte (versione con incursioni vocali recitate e cantate)

Missy Mazzoli (1980)

You are the dust dall’opera Song from the Uproar (prima assoluta della versione per mezzosoprano e pianoforte)

Henry Purcell (1658 o 1659 -1695)

Lamento di Didone dall’opera Didone e Enea per mezzosoprano e pianoforte

Antonio Vivaldi (1678 -1741)

Siam navi dall’onde algenti dall’opera L’Olimpiade per mezzosoprano e pianoforte (versione con incursioni vocali recitate e cantate)

Fabio Vacchi (1949)

Il est vrai qu’autrefois je chantais dall’opera La station thermale per mezzosoprano e pianoforte

La Soffitta 2022

URBAN OPERA FESTIVAL

Je veux encore chanter

22 aprile 2022, ore 21

DAMSLab/Teatro

piazzetta Pasolini 5/b, Bologna

Con lo spettacolo di teatro musicale Je veux encore chanter, inaugura ufficialmente il festival multidisciplinare UOF – Urban Opera Festival,

che coinvolgerà artisti trasversali in messinscene operistiche originali.