Indaco Trio sabato 16 ottobre al Club 82 di Forlì

6
Silvia Donati

Silvia Donati alla voce, Camilla Missio al contrabbasso e Francesca Bertazzo alla chitarra e voce

FORLÍ – Voce jazz profonda, ironia bluesy, empatia con tutto ciò che non è standardizzato quanto a gusto musicale, lontano dal pubblico delle avanguardie: c’è un pizzico di magnetismo tenebroso nell’ugola di Silvia Donati, cantantessa che si diverte a spalmare colori con la passione dello studio su vari registri black, tra soul-jazz, tentazioni brasileire e sperimentazione.

Indaco trio

Virtù di cui farà sfoggio sabato 16 ottobre al Club Ottantadue di Forlì col suo Indaco Trio nel concerto battezzato “D’amore e d’orgoglio” dedicato a Billie Holiday & Nina Simone”.

Silvia, a chi si sente più vicina tra Nina Simone e Billie Holiday?

“A Billie che è come un faro e t’ispira al pari di Coltrane, più legata all’idioma jazz rispetto a Nina Simone che ha intrighi soul e spiritual. Ma adoro pure Carmen McRae che usa le parole come coltelli”.

Indaco, perché?

“È il colore spalmato tra il blue e il viola della saudagi e del blues. Il titolo passa per le parole “d’amore e d’orgoglio” di Lady D”.

Come fa a penetrare la barriera del tempo nell’interpretare le grandi ‘divas’?

«Attraverso la sincerità. Sono consapevole di essere nata a Bologna, m’attrae il jazz e la musica brasiliana, porto avanti le cose che mi piacciono intridendole di tortellino. Non imito Billie, ne faccio un mio dipinto, un omaggio».

Il sodalizio con Camilla

“Data da 25 anni, prima con le Silhouette, un sogno lungo tre lustri. Dopo un periodo di fermo ho creato con Francesca Fattori alla chitarra il Silvia Donati Trio, aggiornato in Indaco con l’altra Francesca, Bertazzo, una meravigliosa cantante compositrice di Padova”.

Altri progetti?

“Un trio con Alberto Capelli che proviene dal jazz e da Bassesfere, poi stregato dal flamenco, che cerchiamo di fondere col Brasile. A fine ottobre registrerò con lui un bel disco. Poi ho in piedi un suggestivo progetto, ovvero… canto la divina Marlene Dietrich nell’ omaggio battezzato “Angelo Azzurro” con l’Italian Jazz Orchestra, guest star Fabrizio Bosso. Presto con Roberto Red Rossi andremo a registrare qualcosa a Imola con Guglielmo Pagnozzi e col suo gruppo che conta su Jimmy Villotti, Pintori, Grillini e Cassanelli.

Club Ottantadue – CORSO GARIBALDI 82 – FORLI – Info Band: 366 1512799  –  Prenotazione tavoli: 370 3664372- Cena dalle ore 20- Concerto ore 22.05.

( Per accedere al club occorre il green pass o il tampone)