Il Rotary International in aiuto della scuola

21

Dal club S. Antonino 33 tablet destinati a studenti con gravi patologie

PIACENZA – Sono stati consegnati ieri mattina, in tre istituti scolastici cittadini, i 31 tablet che il Rotary Club S. Antonino – anche con il contributo del Rotary International – ha donato a sostegno degli studenti in condizioni di fragilità, il cui stato di salute rende necessario, per proteggerli da qualsiasi rischio di contagio, che seguano le lezioni a distanza anche con il ripristino della didattica in presenza. Altri due dispositivi sono stati destinati agli studenti in cura per gravi patologie presso il reparto di Ematologia dell’Ospedale di Piacenza.

A distribuire i device ai dirigenti e referenti dei diversi plessi, insieme agli assessori comunali Jonathan Papamarenghi e Federica Sgorbati, sono stati i rappresentanti del sodalizio Maria Grazia Sabato e Giuseppe Isola, presidente del Club Sant’Antonino, che sottolinea come “integrando le quantità assegnateci dal Distretto Rotary 2050 con quelle acquistate grazie alla generosità dei nostri soci, siamo riusciti a soddisfare tutte le richieste pervenute dagli istituti contattati. Siamo orgogliosi, come associazione, di poterci rendere utili in questo periodo di così grave emergenza sanitaria, economica e sociale”. “A maggior ragione – aggiunge Maria Grazia Sabato, coordinatrice dell’iniziativa – riteniamo importante supportare il settore della scuola, della cultura e della formazione, basilare per i nostri giovani e quindi per il futuro di tutti”. 

I nuovi tablet Samsung per gli studenti con gravi disagi sanitari, completi di custodia e tastiera, sono stati così distribuiti: 16 alla media Dante (ricevuti dal dirigente Alberto Mariani), 10 al 4° Circolo didattico – con consegna alla dirigente Simona Favari presso la sede della primaria De Amicis – e 5 al Conservatorio Nicolini, dove ad accogliere la delegazione era presente la vice direttrice Maria Teresa Dellaborra. Presso il reparto di Ematologia, gli esponenti del club Sant’Antonino hanno incontrato il dottor Daniele Vallisa.

“In un momento così delicato per il mondo della scuola – rimarca l’assessore alla Formazione Jonathan Papamarenghi – è preziosa la sinergia tra pubblico e privato. Questo significativo gesto di sensibilità e solidarietà del Rotary, cui va il più sincero ringraziamento dell’Amministrazione, va a completare le donazioni di cui si sono fatti promotori in questi mesi il Comune di Piacenza e diverse realtà imprenditoriali ed economiche del territorio, consentendo di dotare oltre 700 ragazzi con disabilità di strumenti informatici fondamentali per dare continuità al loro percorso di studi”.  Parole cui fanno eco quelle dell’assessore ai Servizi Sociali Federica Sgorbati, che rimarcando con riconoscenza la collaborazione tra il Rotary e le istituzioni “l’importanza di garantire pari opportunità di accesso e fruizione del sistema scolastico a tutti i bambini e ragazzi, mettendo sempre in primo piano le esigenze delle famiglie che, in questa situazione emergenziale, rischiavano altrimenti di essere maggiormente penalizzate per le difficoltà che già devono affrontare nella quotidianità”.

Proprio in quest’ottica, rimarca Maria Grazia Sabato, past president del Rotary Club Sant’Antonino, “abbiamo voluto supportare gli alunni impossibilitati a seguire le lezioni in presenza, ribadendo il nostro impegno sotto il profilo sanitario, scolastico e sociale per il territorio”. “Puntiamo sempre – aggiunge il presidente Giuseppe Isola – a fornire un aiuto concreto e immediato che possa determinare una svolta, come avviene in questo caso per gli studenti e per le loro famiglie”.

Nell’emergenza pandemica il Rotary International e il Governo degli Stati, attraverso l’Agenzia Usa per lo Sviluppo internazionale, grazie alla stretta collaborazione con il Consolato americano di Milano, si sono impegnati a sostenere l’Italia. Complessivamente, il Distretto Rotary 2050, guidato dal governatore Ugo Nichetti, ha donato a oltre 400 studenti in condizioni di fragilità delle province di Pavia, Brescia, Lodi, Cremona, Mantova e Piacenza, nonché dell’hinterland milanese, altrettanti tablet per seguire al meglio le lezioni online.