“Il Palio per la pace”

7

Rioni e Contrade si stringono attorno alla comunità ucraina per donare beni di prima necessità, nel solco della tradizione. L’iniziativa lanciata dall’Ente Palio si svolgerà domenica 1 maggio 2022 alle 11 in piazza Castello (dopo il rinvio della scorsa domenica per maltempo)

foto – 22apr2022 – palio

FERRARA – Domenica 1 maggio alle 11 in piazza Castello a Ferrara si svolgerà “Il Palio per la Pace”, l’evento benefico promosso dall’Ente Palio della città di Ferrara, inizialmente previsto per domenica scorsa (24 aprile 2022)

L’iniziativa ha come fine l’aiuto, tramite doni quali medicinali, vestiario e cibo alla comunità di Padre Vasyl Verbitskyy sacerdote della comunità ucraina di Ferrara.

La cittadinanza è invitata a partecipare assistendo allo spettacolo proposto dalle scuole di Danza e gruppi Armati della Corte Ducale e Contrade del Palio di Ferrara e contribuendo alla raccolta dei doni.

LA SCHEDA (a cura dell’Ente Palio di Ferrara) – Il Palio per la Pace – Domenica 1 maggio 2022 ore 11 in Piazza Castello 

L’evento promosso dall’Ente Palio ricorda “La Ventura” che era una vicenda che nel Rinascimento vedeva il Duca e la sua Corte uscire dalla dimora del Casato in abiti più dimessi di quelli che si fosse soliti indossare nella quotidianità e percorrere le strade della nostra città, sollecitando dalle attività del commercio, delle arti e dei mestieri, la donazione di beni e quant’altro possibile che poi lo stesso Duca Estense faceva distribuire ai più poveri dei poveri. Oggi, questa memoria si concretizza con la consegna da parte dell’Ente Palio di beni necessari alle popolazioni dell’Ucraina sconvolte dalla guerra, doni che verranno portati direttamente in quei luoghi dall’Organizzazione di Padre Vasyl Verbitskyy, con la collaborazione di Andrea Firrincieli, che è stato anche vicepresidente dell’Ente Palio.

Sulla falsa riga dell’evento di allora, l’Ente Palio allestisce alcuni carretti di legno storici posizionati in Piazza Castello, che presentano quanto preparato per la donazione, con l’accompagnamento di un Corteo proveniente dal Castello Estense. Un’esibizione di musicisti del Conservatorio cittadino “Frescobaldi” saluta il Duca circondato dalla guardia armata che assiste alla lettura dell’editto di donazione da parte dell’Araldo Ducale.

A seguire un’esibizione del Gruppo “Armati” dell’Ente Palio che rappresenta le gesta dei Cavalieri della nostra città che fu culla dell’arte della scherma rinascimentale. Il Corteo, accompagnato dai tamburi e dalle chiarine delle Contrade, annuncia alla città l’evento che si conclude con la donazione e i balli dei gruppi di danza storica della Corte Ducale e delle Contrade.