Grande festa per il quinto compleanno di Musicalia

Appuntamento domenica 16 settembre alle ore 17, a Villa Silvia, alla presenza del Sindaco Lucchi e dell’Assessore Regionale Corsini

CESENA – Si prepara a soffiare su cinque candeline “Musicalia”, il museo nazionale di musica meccanica che ha sede a Villa Silvia – Carducci, a Lizzano di Cesena. Un traguardo importante, visto che in questi cinque anni Villa Silvia e ‘Musicalia’ si sono affermati fra le eccellenze di Cesena, attirando un numero crescente di visitatori: oltre 9.000 le presenze registrate finora, fra cui numerosissime scolaresche.

Questo speciale compleanno sarà festeggiato domenica 16 Settembre, alle ore 17, a Villa Silvia, alla presenza del Sindaco di Cesena Paolo Lucchi e dell’Assessore Regionale al Turismo Andrea Corsini. La cittadinanza è invitata.

Per l’occasione sarà presentato uno strumento straordinario: si tratta di uno Steinway / Welte, di oltre cento anni. Questo pianoforte, costruito dalla fabbrica più importante e famosa al mondo, è dotato di un meccanismo che consente di leggere dei rulli forati e grazie ad esso è possibile ascoltare l’esatta interpretazione dei grandi pianisti che li registrarono più di un secolo fa, quando ancora non esistevano gli strumenti di registrazione che conosciamo oggi.

In particolare, domenica sarà fatto ascoltare un brano tratto dall’opera “I Pagliacci” di Ruggero Leoncavallo, eseguito dallo stesso compositore nel 1905. L’ ‘esecuzione’ di Leoncavallo sarà accompagnata da violino e soprano.

Questo strumento, accompagnato da oltre 200 rulli, è di proprietà della Fondazione Franco Severi Onlus, e grazie a una convenzione tra la stessa Fondazione e Conservatorio Maderna, prossimamente troverà sede proprio al Conservatorio. In questo modo, per la prima volta, gli studenti avranno la possibilità di ascoltare dal ‘vivo’ le interpretazioni di grandi compositori pianisti da Debussy a Mascagni, da Strauss a Leoncavallo.

Al termine dell’incontro sarà offerto un cocktail creato per il compleanno di Musicalia.

Un po’ di storia

Dieci anni fa a seguito di convenzione tra Comune e Ammi – Associazione Nazionale di Musica Meccanica, a quest’ultima è stata affidata la gestione della villa e del parco; subito dopo sono iniziati i lavori di restauro della villa, riportata agli antichi splendori, grazie ad un importante investimento del Comune, oltre che all’intervento di sponsor e dell’Ammi.

A questo si è aggiunta la costituzione della Fondazione Franco Severi Onlus divenuta a seguito di donazione la proprietaria degli strumenti esposti al museo. Strumenti, alcuni unici al mondo, che lo Stato ha dichiarato patrimonio nazionale e che per statuto della Fondazione stessa resteranno per sempre a Cesena. Nell’ambito dei lavori di restauro la Camera del Carducci è stata totalmente restaurata e creato il Salottino della Contessa Silvia. Nel parco, ampiamente recuperato, è stato realizzato un Giardino Parlante unico nella nostra Regione. In tre aree distinte premendo un bottone è possibile ascoltare la Contessa Silvia che racconta la sua storia, in altra Carducci, primo premio Nobel italiano, racconta il suo amore per la Villa e le visite di autorità e amici tra cui tenore cesenate Alessandro Bonci. I cinque ettari del parco, ampiamente recuperato sono fonte di crescenti visitatori. È stato creato il Giardino delle Farfalle con musica di sottofondo e un’area denominata Leccio della Riflessione.

Il Museo Musicalia, distribuito in 7 sale è un vero e proprio viaggio nel tempo di 500 anni, a partire dal tamburo meccanico da guerra di Leonardo da Vinci, passando per piani a cilindro, organi, carillon e automi ottocenteschi sino ad arrivare a grammofoni e fonografi. Nel corso delle visite guidate tutti gli strumenti sono fatti suonare.