Forlì celebra la “Giornata nazionale degli alberi” con 50 nuovi alberelli

0

municipio di forlìPrevista per lunedì mattina la piantumazione insieme alle scuole e ai rappresentanti dei quartieri coinvolti e delle associazioni

FORLÌ – Lunedì 21 novembre ricorre la “Giornata nazionale degli alberi”, manifestazione che dal 2013 si tiene ogni anno su tutto il territorio nazionale.

Anche per quest’anno il Comune di Forlì partecipa attivamente all’evento, attraverso il coinvolgimento di scuole ed associazioni e svolgendo attività di informazione e tutela del mondo vegetale e dell’ambiente, con la messa a dimora di alberi e la riqualificazione di aree verdi comunali. In occasione di questa ricorrenza, l’Unità Manutenzione Verde del Comune di Forlì e il Multicentro MAU-SE organizzano per lunedì 21 novembre la messa a dimora di 50 nuovi alberelli, che saranno piantati con il coinvolgimento e la partecipazione dei bambini e delle bambine di 5 classi appartenenti alle scuole primarie Bersani (IC3), Dante Alighieri e Alessandro Manzoni (IC4). L’iniziativa prenderà il via alle ore 09.30 presso l’area verde di via Calamandrei con i saluti dell’Assessore all’Ambiente Giuseppe Petetta per continuare, nella seconda parte della mattinata, nell’area verde di via Scaldarancio. L’evento prevede inoltre la collaborazione e la partecipazione dei referenti dei Comitati di Quartiere interessati dalle attività, oltre che dei rappresentanti del Tavolo delle Associazioni Ambientaliste e del personale delle Guardie Ecologiche Volontarie (GEV), che coinvolgeranno i partecipanti con attività ludico-didattiche di sensibilizzazione sul tema della Giornata Nazionale degli Alberi. Saranno le GEV a donare inoltre agli alunni delle ghiande, che una volta piantate con consa-pevolezza nel giusto ambiente potranno crescere con loro.

Le parole dell’Assessore al verde Giuseppe Petetta: “con questa giornata, dall’alto valore simbolico poiché invita i più giovani a toccare con mano il valore del prendersi cura dell’ambiente e della propria città, il Comune intende porre l’accento anche sul ruolo del verde nel miglioramento della qualità dell’acqua e dell’aria – attraverso l’assorbimento dei carichi inquinanti e l’abbattimento di polveri e rumori, nella mitigazione degli effetti negativi della crisi climatica, nel mantenimento dell’equilibrio idrogeologico del territorio e nella salvaguardia della biodiversità attraverso un’azione di tutela della fauna selvatica.”

L’iniziativa ricade inoltre all’interno della campagna regionale “Mettiamo radici per il futuro” che tramite vivai convenzionati mette a disposizione i 50 esemplari che saranno piantati: n. 10 Farnie, n. 10 di Ciliegi selvatici, n. 10 di Aceri campestri, n. 10 di Gelsi bianchi e n. 10 Peri comuni.