Festival Bonsai 2022: spettacoli, laboratori e incontri in diversi spazi della città

0
2022-04-29-presentazione-festival-teatro-bonsai-con-ass-marco-gulinelli-fotofvecch01

Da sabato 30 aprile al 28 giugno 2022 nel teatro Ferrara Off (viale Alfonso I d’Este 13) e altri luoghi di Ferrara

FERRARA – Spettacoli, laboratori e incontri in calendario negli spazi del Teatro Ferrara Off (viale Alfonso I d’Este 13, Ferrara) e in diversi spazi della città (Musijam, Museo di storia naturale, Centro culturale Slavich, ex Ipsia) con la nuova edizione del Festival Bonsai 2022 al via da sabato 30 aprile 2022 e che andrà avanti fino al 28 giugno. La rassegna teatrale organizzata per il sesto anno da Ferrara Off è stata presentata venerdì 29 aprile 2022 nella sala dell’Arengo della residenza municipale.

All’incontro con i giornalisti sono intervenuti l’assessore alla Cultura del Comune di Ferrara Marco Gulinelli, il direttore artistico di Ferrara Off Giulio Costa, il direttore organizzativo Marco Sgarbi, il docente di Unife Giuseppe Lipani, il presidente di Musijam Marco Ferrazzi, la ricercatrice del Museo di storia naturale Carla Corazza e gli attori Joele Anastasi, Nuno Nolasco e Antonio Pedraza che il 30 aprile alle 21 porteranno in scena “Luna Park”, primo spettacolo in programma per questa rassegna nella sala del teatro Ferrara Off.

“La storia – ha sottolineato l’assessore Gulinelli – insegna che Il teatro, soprattutto nei momenti difficili, ha il compito non facile di ricostruire l’agorà e di ritrovare la comunità. Il teatro è quel luogo dove, quando tutto funziona, il cittadino entra da solo ed esce comunità. Spettacoli intensi, questi in programma per la sesta edizione del Festival Bonsai dove, attraverso la recitazione e la mimica, il teatro si fa sintesi dell’azione scenica mettendosi in relazione con il mondo reale. Una sorta di cortocircuito con il pubblico, dentro e fuori dalla scatola scenica”.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori – Il Festival Bonsai torna con la sesta edizione, che è quella dell’evoluzione. Dopo anni di adattamento agli spazi e alle circostanze, il teatro si riprende la scena, si espande nei luoghi e nella durata. La programmazione comincia infatti il 30 aprile e si conclude il 28 giugno, parte dalla primavera ed accompagna gli spettatori fino all’estate.

“Ferrara Off e il suo Festival Bonsai – ha detto l’assessore Marco Gulinelli – propongono al pubblico una ricca e variegata offerta di spettacoli, con una profonda anima sociale e con un respiro ampio e globale, come emerge dalla vasta selezione di compagnie operata, dalle residenze artistiche, dalle sessioni trasversali tra arti, dal dialogo con scuole, università, luoghi della cultura. Il ritorno in massima parte in presenza è un nuovo segnale di ottimismo e di una socialità riconquistata. Crediamo e sosteniamo convintamente questo festival di qualità e valore. Ringrazio e mi complimento con i curatori per il lavoro fatto”.

“Gli spettacoli in programma – ha spiegato Giulio Costa – sono stati selezionati tra le proposte di 400 artisti e compagnie che hanno risposto alla Chiamata OFFline da tutta Italia e non solo.

Scopo della call pubblica era ricercare nuovi ambiti formativi e nuove produzioni da sostenere, con cui tracciare la nuova linea dell’OFF. Off-line appunto. Il contrario di on-line. Un incentivo a tornare in presenza, il più possibile dal vivo, per mettere in moto nuove modalità espressive e dinamiche comunitarie. Per provare a rispondere alle tante domande sul futuro del mondo dello spettacolo sorte durante la pandemia”.

Il Festival ospiterà prevalentemente artisti e compagnie emergenti o di recente formazione, la maggior parte under 35, con spettacoli – su tematiche di grande attualità – che spaziano dal teatro alla clownerie, dalle performance interattive al teatro danza, attraverso questioni sociali, riflessioni sulla contemporaneità, analisi introspettive e sguardi sulle città.

Come ha raccontato Marco Sgarbi, “Ogni compagnia sarà ospitata all’interno di una residenza artistica per un periodo variabile, da una settimana a un mese, al fine di stabilire diverse occasioni di dialogo con il pubblico, attraverso spettacoli, laboratori e incontri tematici. Le performance che prenderanno vita negli spazi di Ferrara Off, entreranno poi nelle scuole, nelle Università, negli spazi museali, nei luoghi abbandonati, seguendo la rete di collaborazioni che da sempre caratterizza la rassegna”.

Ci saranno momenti di formazione come il laboratorio di giornalismo culturale di Michele Govoni, i cui allievi racconteranno il dietro le quinte del Festival, e appuntamenti speciali, l’incontro tra arte e scienza al Museo di Storia Naturale e la tavola rotonda sulle esperienze di microteatro. E a questo proposito, rispetto alle edizioni precedenti, questo, non sarà più solo un festival di microteatro, ma accanto agli spettacoli brevi, ce ne saranno anche di durata tradizionale.

Sabato 30 aprile alle 21 si inaugura il cartellone 2022 con “Luna Park – la vita è un parco d’attrazione” di e con Joele Anastasi, della compagnia italiana Vuccirìa Teatro, Antonio L. Pedraza della spagnola Estigma e il portoghese Nuno Nolasco. Un primo studio in italiano, spagnolo e portoghese, con sopratitoli in italiano, dove i tre artisti ci faranno rivivere le emozioni delle montagne russe: adrenalina, estasi, euforia. Per poi indurci a riflettere sul fatto che le nostre stesse città – metropoli in continuo movimento – sono dei parchi d’attrazione, dove gli individui sono chiamati a saltare da una giostra all’altra, senza mai il tempo di toccare terra con i piedi. E così anche le relazioni, i lavori, le esperienze di socialità virtuale e la nostra intera contemporaneità, tutto è un grande parco d’attrazione: ci sentiamo pronti ad entrare?

Il Festival Bonsai è ideato e organizzato dal teatro Ferrara Off, con il sostegno del Comune di Ferrara e con il patrocinio della Regione Emilia – Romagna, in collaborazione con Festival Pindoles, Festival Riaperture, Museo Civico di Storia Naturale di Ferrara, Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Ferrara, Centro Teatro Universitario, Musi Jam APS, Ultimo Baluardo APS.

Bonsai è un Festival che si impegna a essere sostenibile e a ridurre l’impatto ambientale. Aderisce a #PlasticFreER.

Programma Festival Bonsai 2022
Sabato 30 aprile ore 21.00 Ferrara Off Teatro
LUNA PARK Anastasi/Nolasco/Pedraza
Venerdì 6 maggio ore 21.00 Ferrara Off Teatro
MI RICORDO Barbe à papa Teatro
Sabato 7 e domenica 8 maggio ore 21.00 Ferrara Off Teatro
L’ARTE DELLA RESISTENZA (debutto nazionale) Barbe à papa Teatro
Mercoledì 11 maggio ore 21.00 Ferrara Off Teatro (ingresso a offerta libera)
9 WEEKS FROM NOW Teddy’s Last Ride
Venerdì 13 maggio ore 21.30 Ex IPSIA (Ex Convento di Santa Caterina Martire)
PIETRO VICENTINI DRUM SOLO + HORESQUE LIVE VISUALS
in occasione dell’inaugurazione di Riaperture PhotoFestival 2022
Sabato 14 maggio ore 18.30, ore 20.00, ore 21.30 Centro Culturale Slavich
TRE SPETTACOLI DI MICROTEATRO
1. EINN Studio sulla solitudine (15′) Daniele Bianco
2. MANIFESTO D’UNIONE (15′) Bianco/Antolini/Borlotti/Garofalo/Riva
3. UCCIDERESTI L’UOMO GRASSO? (30′) Il Mulino di Amleto
Domenica 15 maggio ore 18.30, ore 20.00, ore 21.30 Centro Culturale Slavich
TRE SPETTACOLI DI MICROTEATRO
1. G.I. (30′) Il Mulino di Amleto
2. LOVE/BASH (15′) Loliva/Paolini
3. UNA VITA SUI PEDALI (15′) Grava/Nava/Trovato
Sabato 21 maggio ore 21.00 Ferrara Off Teatro
BILDUNG Compagnia Malmadur
Mercoledì 25 maggio ore 18.00 Museo di Storia Naturale (ingresso a offerta libera)
VAMPIRI. NOTIZIE DALL’ANTROPOCENE Compagnia Pequod
all’interno di Cambiamenti climatici, il futuro della Terra: scenari possibili?
Domenica 29 maggio ore 21.00 Ferrara Off Teatro
ZOMBIE SURVIVAL KIT (primo studio) Compagnia Pequod/Evoè Teatro
Sabato 4 giugno ore 21.15 (debutto nazionale) Giardino Centro Culturale Slavich
LE MAGIE DI CHIOZZINO DA FERRARA Firmamento Collettivo
Sabato 11 giugno ore 21.15 Giardino Centro Culturale Slavich
KALERGI! il complotto dei complotti (anteprima) Firmamento Collettivo
Domenica 12 giugno ore 18.30, 20.00, 21.30 Centro Culturale Slavich
TRE SPETTACOLI DI MICROTEATRO
1. OSCILLA connections in space (studio, 20′) Arganini/Fabris/Piana
2. STUPRO Primo studio, un estratto (20′) Ensamble Teatro
3. WELCOME TO BERLÍN (20′) Deulofeu/Viñas
Martedì 14 giugno ore 21.15 Giardino Centro Culturale Slavich
APPUNTAMENTI AL BUIO: Zlatan Ibrahimovic incontra Epicuro
Maragoni/Fettarappa
Sabato 18 giugno ore 21.15 Giardino Centro Culturale Slavich
APPUNTAMENTI AL BUIO: Marco Montemagno incontra Søren Kierkegaard
Maragoni/Fettarappa
Martedì 21 giugno ore 21.15 Giardino Centro Culturale Slavich
APPUNTAMENTI AL BUIO: Chiara Ferragni incontra Mark Fisher
Maragoni/Fettarappa
Sabato 25 giugno ore 21.15 Giardino Centro Culturale Slavich
SOLO QUANDO LAVORO SONO FELICE (primo studio) Maragoni/Fettarappa
Martedì 28 giugno ore 21.15 Giardino Centro Culturale Slavich
WE ARE NOT PENELOPE sobre la fidelidad Anastasi/Nolasco/Pedraza