Educativa di Strada e adolescenti, il Comune ricerca due operatori che lavoreranno a stretto contatto con i ragazzi e le ragazze (FOTO)

10
Luca Stringara Assessora Labruzzo Luca Galassi

CESENA – L’Educativa di Strada entra nel vivo con la ricerca, da parte del Comune di Cesena, di due esperti di attività sociali che dovranno rapportarsi con gli adolescenti e i giovani del territorio imparando a conoscerli e organizzando insieme attività e momenti di integrazione. Si tratta di un servizio rivolto principalmente a gruppi spontanei di adolescenti e giovani nei luoghi naturali di ritrovo, finalizzato a costruire una relazione significativa tra i componenti del gruppo e gli educatori basata sull’ascolto, anche attraverso l’organizzazione di iniziative co-progettate e finalizzate a far emergere idee, bisogni, risorse che consentano di rafforzare i fattori protettivi e ridurre quelli di rischio e ad aumentare l’autonomia.

“Attraverso il Progetto Giovani comunale – commenta l’Assessora alle Politiche giovanili Carmelina Labruzzo – ricerchiamo operatori sociali di strada, un uomo e una donna, che svolgeranno attività di prevenzione, assistenza e recupero sociale in favore di gruppi di adolescenti e giovani che possono trovarsi anche in situazione di rischio di emarginazione sociale. A questi esperti, che lavoreranno con Asp Cesena Valle Savio, sarà richiesto di svolgere attività di mediazione relazionale, che è per sua natura molto delicata se rapportata agli adolescenti. I ragazzi e le ragazze che vivono questa particolare fase della vita hanno bisogno di figure di riferimento di cui possono fidarsi per aprirsi e per affrontare tematiche che meritano attenzione. I due operatori inoltre si confronteranno con agenzie educative e altre realtà presenti sul territorio, per esercitare la prevenzione primaria e secondaria rivolta in particolare ai giovani”. Si ricorda inoltre che sempre per rafforzare il percorso dell’Educativa, in termini di relazione e inclusione, l’Amministrazione comunale lo scorso febbraio ha aderito al bando ministeriale “Educare in Comune” con l’obiettivo di creare nuovi interventi rivolti ai giovani dagli 11 ai 18 anni.

Partecipazione a momenti formativi realizzati anche con la collaborazione dell’Università di Bologna e il Campus di Cesena;  mappatura dei gruppi informali di adolescenti e giovani presenti sul territorio; contatto e relazione anche a carattere continuativo con i gruppi di adolescenti; progettazione di interventi e attività rivolti ai gruppi di adolescenti, con il coinvolgimento anche di Enti e Associazioni del terzo settore; orientamento e accompagnamento di adolescenti verso servizi educativi o di cura del territorio. Sono queste alcune dei compiti che saranno affidati ai due professionisti individuati. Sul sito di Asp Cesena-Valle Savio è reperibile l’avviso pubblico per cercare le figure che si occuperanno di realizzare attività rivolte ai gruppi informali di giovani presenti in città.

È possibile presentare domanda fino a martedì 16 novembre. Per ulteriori informazioni consultare il sito di Asp Cesena Valle Savio all’indirizzo https://www.aspcesenavallesavio.eu/.

In foto Luca Stringara e Luca Galassi del Progetto Giovani insieme all’Assessora Carmelina Labruzzo