Donne in matematica, la ricercatrice dell’Università di Parma Cristiana De Filippis scelta per l’iniziativa nazionale

15

Il 16 maggio il tradizionale evento all’Università di Roma Tor Vergata. L’invito alla prof De Filippis la colloca in una linea di matematiche di grande prestigio

PARMA – Come ogni anno, si svolgerà presso l’Università di Roma Tor Vergata la tradizionale iniziativa italiana per celebrare il ruolo delle donne nella matematica, in corrispondenza con la giornata mondiale delle donne in matematica del 12 maggio, anche dedicata alla memoria di Maryam Mirzakhani. L’evento si incentra sulla presentazione dell’attività di ricerca di una matematica italiana che negli ultimi anni si è distinta per il livello di assoluta eccellenza dei suoi risultati.

Quest’anno per la prestigiosa iniziativa la scelta è caduta sul nome di Cristiana De Filippis, ricercatrice presso l’Università di Parma. L’invito si inserisce in una linea di grande prestigio che ha visto, a partire dal 2019, invitate matematiche molto famose come Corinna Ulcigrai (ordinaria all’Università di Zurigo, 2019), Lucia Caporaso (ordinaria a Roma Tor Vergata, 2020), Maria Colombo (ordinaria al Politecnico di Losanna, 2021), Michela Procesi (ordinaria all’Università di Roma Tre, 2022), Eleonora Di Nezza (ordinaria alla Sorbona e alla Scuola Normale Superiore di Parigi, 2023). La conferenza di Cristiana De Filippis sarà introdotta da una presentazione e da un indirizzo di saluto di Isabeau Birindelli, Direttrice del Dipartimento di Matematica di Sapienza Università di Roma.

In particolare, Cristiana De Filippis presenterà le sue ricerche sulle stime di Schauder nel campo delle equazioni non uniformemente ellittiche, che hanno permesso di risolvere alcuni problemi della teoria che erano rimasti aperti per decenni. I risultati sono contenuti in una pubblicazione di circa 90 pagine apparsa nel 2023 sulla rivista Inventiones Mathematicae, individuata dal Ranking di Shanghai come una delle tre principali riviste della matematica mondiale, e che ospita mediamente non più di 3/4 lavori provenienti dall’Italia ogni anno. Una pubblicazione su una di queste tre riviste contribuisce con uno specifico punteggio al posizionamento in classifica dell’Università di affiliazione nel Ranking di Shanghai.

Come da tradizione dell’evento, di grande impatto mediatico, è stata preparata una locandina disegnata dalla nota illustratrice Claudia Flandoli, specializzata nel campo della divulgazione scientifica e docente presso l’Istituto Superiore per le Industrie Artistiche di Urbino. La locandina propone un ritratto di Cristiana De Filippis, in ideale dialogo con Maryam Mirzakhani, e la stilizzazione di alcuni strumenti di ricerca utilizzati dalla prof. De Filippis, come il reticolo di sfere e cubi diadici impiegato nella dimostrazione delle Stime di Schauder.

Da notare che, già nel 2022, la ricercatrice Unipr era stata protagonista di una iniziativa simile organizzata dall’Indian Institute of Science Education and Research, uno dei sette istituti di eccellenza indiani, che aveva dedicato una giornata di studio alle ricerche della prof. De Filippis.

Cristiana De Filippis, nata nel 1992 a Matera, dopo gli studi in Matematica a Torino, Milano e Nizza, ha conseguito un dottorato di ricerca in matematica presso l’Università di Oxford. Per le sue ricerche le sono stati conferiti vari riconoscimenti, tra cui il G-Research Prize nel 2019 in Gran Bretagna, il Premio Iapichino dell’Accademia dei Lincei nel 2020, il Premio internazionale per Cultura Mediterranea della Fondazione Carical nel 2023. Ancora nel 2023 è stata tra le 30 persone elette nella corte iniziale delle European Mathematical Society Young Academy ed è stata inserita, unica accademica in Italia, nella lista delle 100 donne italiane di successo dalla rivista Forbes.