Diffama la Polizia Locale su Facebook e il giudice le chiede di scusarsi pubblicamente

polizia- municipaleCESENA – Aveva diffamato su Facebook gli agenti della Polizia Locale di Cesena – Montiano dopo essere stata sanzionata per divieto di sosta e oggi, come stabilito dal giudice del Tribunale di Forlì, ha dovuto chiedere scusa pubblicamente sui social. È questa la curiosa vicenda che vede protagonista una giovane donna di Cesena a cui la multa proprio non era andata giù. I fatti risalgono al febbraio 2018 quando la cesenate si era recata all’ospedale “Bufalini” posteggiando la sua auto su una via in prossimità del nosocomio. Di ritorno, trovando sul parabrezza della vettura una sanzione per divieto di sosta, ha pubblicato un post al veleno sulla sua pagina Facebook nel quale definiva gli agenti della Pl “parassiti della società”. Mai cosa fu più sbagliata. La Polizia Locale venuta a conoscenza del post tramite le ricerche della Polizia Postale ha identificato l’utente denunciandola per diffamazione aggravata. Nel corso della prima udienza in Tribunale la difesa dell’imputata ha proposto un’offerta del risarcimento del danno. Il giudice ha così disposto il pagamento di 1000 euro al Comune di Cesena quale parte lesa e l’obbligo della pubblicazione di un post riparatore su Facebook con il quale la donna presenta le sue scuse.

Il mea culpa non è tardato ad arrivare. “Il 6 febbraio 2018 ho pubblicato sulla mia pagina Facebook un post molto offensivo nei confronti della Corpo Intercomunale della Polizia Municipale di Cesena-Montiano, perché ero appena stata multata per divieto di sosta nei pressi dell’Ospedale di Cesena ed ero molto arrabbiata. Ho scritto quelle frasi senza pensarci e appena mi sono resa conto del contenuto gravemente ingiurioso delle mie parole e della chat che ne è seguita, l’ho cancellata. Nonostante il tempo trascorso, voglio chiedere scusa al Corpo Intercomunale della Polizia Municipale di Cesena-Montiano per quelle parole esprimendo invece tutto il mio apprezzamento per il prezioso lavoro che svolgono per la cittadinanza”. Soddisfatto il Comandante della Polizia Municipale di Cesena – Montiano Giovanni Colloredo. “Siamo contenti – il commento – che la ragazza abbia capito di aver sbagliato agendo superficialmente. È importante che l’intera comunità capisca che il lavoro della Polizia Locale è finalizzato alla civile convivenza di tutti i cittadini”.