Dichiarazione dell’assessore al demanio, Roberta Frisoni

22

palazzo del municipio RiminiRIMINI – Dichiarazione dell’assessore al demanio, Roberta Frisoni:

“Con l’approvazione avvenuta quest’oggi della variazione di bilancio con cui il Comune di Rimini ‘acquisisce’ il contributo di 8 milioni di euro ottenuto a novembre dalla Regione Emilia Romagna, si completa un’altra tessera del puzzle che compone il grande progetto in corso d’opera del Parco del Mare, vale a dire la riqualificazione e rigenerazione del waterfront riminese.

Voglio ribadire un concetto, molto attuale: il parco del Mare, del quale sono in avanzatissima fase di realizzazione i lavori per i tratti 1 (Marina Centro) e 8 (Miramare), ha il dna di un nuovo modo di fruire la città e fare turismo, alla luce di quanto sta accadendo nel mondo da tre mesi a questa parte. La necessità di più spazio, di più dimensione naturale all’aperto, di vivere e condurre attività in maniera sicura, orientata al pieno benessere e sanitariamente certificata, è già adesso contenuta nei lavori in corso d’opera che trasformeranno il lungomare nella ‘palestra a cielo aperto’ più grande d’Europa.

Proprio ambiente, salute, natura, mobilità sostenibile – oggi indicati da tutti gli analisti come gli elementi su cui rifondere le città e i propri modelli di sviluppo nell’epoca post Covid-19 – sono gli asset di un intervento pubblico-privato che è un mosaico di azioni complesse, a partire con la sinergia con gli interventi del Piano di salvaguardia della balneazione.

Per i primi due tratti in corso cono 8 le manifestazioni d’interesse avanzate dai privati già definite e 2 in corso di valutazione da parte degli uffici. I relativi accordi urbanistici verranno portati in Consiglio comunale nelle prossime settimane, ulteriore passaggio amministrativo di un percorso condiviso e partecipato. E’ bene infatti ricordare come il Parco del mare generi dal Piano strategico del Comune di Rimini, e quindi sviluppato e condiviso con cittadini e stakeholder in decine di incontri sul territorio sfociati in iter amministrativi e procedurali giunti in Consiglio comunale e bandi per l’omogeneità architettonica del progetto e per le stesse manifestazioni d’interesse.

Ormai siamo passati dalla fase dell’annuncio e stiamo entrando in quella della sua fruizione, che avverrà entro poco tempo grazie ai lavori sui primi due tratti in fase molto avanzata. Non solo: proprio lunedì scorso è stato varato il progetto della nuova, grande area di sosta in piazzale Fellini che costituirà un hub dei parcheggi gravitanti su marina centro in questa fase dell’intervento, in attesa di avviare i lavori per il parcheggio interrato di oltre 400 posti.

A questi si aggiungono questa estate i parcheggi che saranno ricavati in via Paolo e Francesca e alla nuova piattaforma della sosta nell’area stazione, che godrà in prospettiva anche dell’accesso a mare o con lo sfondamento a mare del sottopasso centrale di stazione. Questo incrementerà anche l’offerta complessiva di sosta per l’area. Rimini deve essere orgogliosa dell’ambizione che porta con sé il Parco del Mare, davvero un intervento per una rigenerazione urbana che ormai rappresenta l’orizzonte necessario futuro per ogni città nazionale e internazionale”.