Da settembre e dicembre 4 master di teatro di figura a Piacenza per artisti e formatori

6
la terza dimensione dell’ombra – teatro gioco vita

PIACENZA – Con Teatro Gioco Vita Piacenza si conferma luogo di formazione sul teatro di figura

“Animateria Workshops 2022”

4 master di teatro di figura per artisti e formatori al Teatro Gioia da settembre a dicembre

5-16 settembre 2022 – LA TERZA DIMENSIONE DELL’OMBRA

Laboratorio sul teatro d’ombre tra bidimensionale e tridimensionale

condotto da Nicoletta Garioni e Fabrizio Montecchi di Teatro Gioco Vita

13-19 ottobre 2022 – L’INVENTARIO ANIMATO

Master su attore, movimento, animazione riservato a formatori

condotto da Claire Heggen della compagnia Théâtre du Mouvement / Francia

PROGETTO SPECIALE – Workshop riservato ai formatori

10-13 novembre 2022 – L’ATTORE E IL SUO DOPPIO

Laboratorio sui rapporti teatrali e attoriali tra parola, umano, artificiale

condotto da Giulia Dall’Ongaro e Enrico Deotti della Compagnia Teatrino Giullare

8-11 dicembre 2022 – IL RESPIRO DEI FILI

Laboratorio sull’animazione / manipolazione delle marionette a filo

condotto da Remo Di Filippo e Rhoda Lopez della Compagnia Di Filippo Marionette

Piacenza si conferma grazie a Teatro Gioco Vita luogo di formazione sul teatro di figura: quattro master sono in cantiere nel periodo settembre-dicembre 2022 come occasioni di aggiornamento per artisti e formatori.

Dal 2019 Teatro Gioco Vita concentra infatti parte delle proprie energie a Piacenza sul progetto di formazione professionale “Animateria”, corso per operatori esperti nelle tecniche e nei linguaggi del teatro di figura arrivato nel 2021 alla sua terza edizione. Nel 2022 l’offerta formativa si concretizza nella proposta “Animateria Workshops” con il coordinamento pedagogico di Fabrizio Montecchi: al Teatro Gioia quattro percorsi tra ombre, parole, movimento, animazione, marionette. Tra i docenti, i migliori artisti di teatro di figura a livello internazionale.

Si inizia dal 5 al 16 settembre con “LA TERZA DIMENSIONE DELL’OMBRA”, laboratorio sul teatro d’ombre tra bidimensionale e tridimensionale condotto da Nicoletta Garioni e Fabrizio Montecchi della compagnia d’ombre di Teatro Gioco Vita. Si tratta di un percorso di formazione sul teatro d’ombre contemporaneo di 70 ore che parte dall’indagine sulle tante possibilità espressive e comunicative dell’oggetto – sagoma, bidimensionale e tridimensionale. In quarant’anni di sperimentazioni, Teatro Gioco Vita ha elaborato nuove tecniche costruttive che hanno stabilito nuove relazioni con i dispositivi proiettivi e con i performer, creando nuovi linguaggi. Da queste esperienze si riparte, alla ricerca di oggetti/figure/sagome che aprano alla concezione di nuove “possibili” forme per il teatro d’ombre di domani.

Sarà poi la volta di un progetto speciale, inserito anche nel Festival di teatro contemporaneo “L’altra scena”: “L’INVENTARIO ANIMATO” in programma dal 13 al 19 ottobre, master di 42 ore su attore, movimento e animazione condotto da Claire Heggen della compagnia Théâtre du Mouvement (Francia).

Claire Heggen non ha bisogno di presentazioni: il suo lavoro artistico e pedagogico è conosciuto in tutto il mondo. In quanto formatrice ha sviluppato, in oltre quarant’anni, un’importante ricerca sull’attore/soggetto e sull’attore nel suo rapporto con l’oggetto, i materiali, la maschera e il burattino, che ne hanno fatto un riferimento imprescindibile, a livello internazionale, nel campo della pedagogia per il teatro di figura. Per questi motivi il Master da lei condotto, incentrato sulla trasmissione dei fondamentali del teatro di figura, è riservato a formatori professionisti. La restituzione finale del laboratorio, aperta al pubblico, è in programma al Teatro Gioia mercoledì 19 ottobre alle ore 21 nell’ambito del Festival “L’altra scena” (ingresso gratuito).

In novembre, dal 10 al 13, sarà la volta del progetto “L’ATTORE E IL SUO DOPPIO”, laboratorio sui rapporti teatrali e attoriali tra parola, umano, artificiale, condotto da Giulia Dall’Ongaro ed Enrico Deotti della Compagnia Teatrino Giullare. Un percorso di 25 ore su un frammento di drammaturgia contemporanea affiancando il lavoro sull’attore alla ricerca di soluzioni sceniche ed espressive originali, sperimentando commistioni di tecniche, barriere comunicative, artifici, maschere. Un lavoro vissuto in comune tra scrittura teatrale, composizione registica e scoperta delle proprie qualità vocali e corporee, alla ricerca dell’espressività attraverso i materiali e le tecniche utilizzate da Teatrino Giullare per la creazione degli spettacoli e messe a disposizione.

Chiude il ciclo “Animateria Workshops” 2022, dall’8 all’11 dicembre, “IL RESPIRO DEI FILI”, laboratorio sull’animazione / manipolazione delle marionette a filo a cura di Remo Di Filippo e Rhoda Lopez della Compagnia Di Filippo Marionette. Una marionetta non è altro che un corpo o un oggetto inanimato che si anima tramite fili. È infatti attraverso sottilissimi fili che l’animatore trasmette il respiro, e con esso la vita, alla marionetta. Per questo il percorso proposto, della durata di 25 ore, partirà dai fili come strumenti di congiunzione, di messa in relazione del manipolatore/animatore con il manipolato/animato. Si proporranno inoltre giochi ed esercizi di sperimentazione della figura del manipol-attore e su come questo possa intrattenere, con l’oggetto manipolato, nuove e inaspettate relazioni.

Il progetto di master di teatro di figura “Animateria Workshops” di Teatro Gioco Vita è inserito nel programma “InFormazione Teatrale” proposto con l’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita e il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano.