Cordoglio della Regione per la scomparsa del musicista ed esperto di strumenti antichi Liuwe Tamminga

50

L’assessore Felicori: “Figura di riferimento a livello mondiale, una grave perdita per il mondo culturale bolognese”. L’improvvisa scomparsa a 68 anni

luttoBOLOGNA – Uno studioso riconosciuto a livello mondiale della musica e degli strumenti antichi, olandese di nascita ma dai primi anni ’80 bolognese di adozione, dove si è preso cura dei due storici organi della Basilica di San Petronio e ha curato la collezione del Museo di San Colombano.  La Regione Emilia- Romagna esprime cordoglio per la improvvisa scomparsa a 68 anni di Liuwe Tamminga.

“Perdiamo uno dei più importanti studiosi della musica antica e un profondo conoscitore e scopritore degli strumenti antichi- ha detto l’assessore regionale alla Cultura, Mauro Felicori-. A lui e al suo maestro Tagliavini, scomparso nel 2017, dobbiamo la perfetta conservazione degli organi della basilica di San Petronio e la preziosa raccolta di strumenti antichi custodita in San Colombano. Ci mancherà la sua competenza- ha concluso- e siamo orgogliosi che dalla Frisia olandese abbia scelto proprio Bologna per vivere e prestare la sua importantissima opera”.