Consiglio, superbonus e pratiche edilizie tra gli odg

10

Nella seduta di giovedì 13 maggio anche il progetto di recupero della chiesetta Ricci. I cittadini possono seguire in streaming i lavori sul sito web del Comune

MODENA – I percorsi economici e amministrativi connessi agli interventi edilizi avviati da cittadini e imprese sono al centro della seduta di giovedì 13 maggio del Consiglio comunale di Modena, che ha in programma la trattazione di alcuni ordini del giorno dedicati all’incentivo del Superbonus 110% previsto dallo Stato per le ristrutturazioni e alle procedure relative alle pratiche edilizie negli uffici comunali. La seduta è convocata nella sala consiliare, nel rispetto delle disposizioni sanitarie contro la diffusione del Coronavirus, ma con la possibilità per i consiglieri di partecipare alle attività anche da remoto, collegandosi in teleconferenza. I cittadini possono seguire in diretta sul web i lavori connettendosi al sito istituzionale dell’Ente (www.comune.modena.it/il-governo-della-citta).

La seduta inizia alle 15 con l’istanza, presentata da Forza Italia, sullo stato di manutenzione e sul progetto di recupero della settecentesca chiesetta Ricci di via Finzi. Dopo l’appello, alle 15.15, l’Assemblea ha in programma la discussione di sei ordini del giorno, a partire dalle due distinte mozioni sul tema delle pratiche edilizie, dedicate rispettivamente all’iter relativo all’accesso agli atti (proposta da Lega Modena) e alle migliorie che possono riguardare le istruttorie, ma anche ai benefici economici previsti per gli interventi sugli immobili (Pd, Verdi e Modena civica).

Gli altri ordini del giorno riguardano il sostegno alla cultura, anche nell’ottica della ripartenza del settore, e ai lavoratori dello spettacolo (Pd, Sinistra per Modena, Modena civica e Verdi), i progetti di mobilità sostenibile per il centro storico attraverso bici a pedalata assistita, in grado di valorizzare attività commerciali e culturali cittadine, nonché del turismo (M5s), il progetto esecutivo della Bretella Campogalliano – Sassuolo (Verdi) e la proposta relativa al progetto “Palestriamo – Novi” per una palestra a cielo aperto al parco Novi Sad, anche per le associazioni sportive modenesi e come luogo di aggregazione ludico – sportivo (Fratelli d’Italia – Popolo della famiglia).