Consiglio comunale, le delibere approvate

12

BOLOGNA – Nel corso della seduta odierna, il Consiglio comunale ha esaminato quattro delibere.

La prima riguarda l’organizzazione delle sedute ordinarie del Consiglio comunale in forma mista, in presenza e online, ed è stata approvata all’unanimità, così come la sua immediata esecutività.

Di seguito, la delibera che riguarda la rimozione dei vincoli di prezzo sugli immobili costruiti in regime di edilizia convenzionata, è stata approvata con 19 voti favorevoli (Partito Democratico), 7 contrari (Lega Bologna per Salvini Premier, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna, gruppo misto-Al centro Bologna) e 6 astenuti (Movimento 5 stelle, Coalizione civica, gruppo misto-Nessuno resti indietro).

La terza delibera, sull’installazione di barriere antirumore lungo le linee ferroviarie alta velocità per Venezia, cintura merci e Bologna-Padova, è stata approvata con 27 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune, Movimento 5 stelle, Coalizione civica, gruppo misto-Nessuno resti indietro, gruppo misto-Al centro Bologna) e 6 astenuti (Lega Bologna per Salvini Premier, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna). L’immediata esecutività della delibera è stata approvata con 28 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune, Movimento 5 stelle, Coalizione civica, gruppo misto-Nessuno resti indietro, gruppo misto-Al centro Bologna) e 6 astenuti (Lega Bologna per Salvini Premier, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna).

Infine, il Consiglio ha approvato, con 20 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune), 5 contrari (Lega Bologna per Salvini Premier, Fratelli d’Italia, gruppo misto-Al centro Bologna) e 6 non votanti (Movimento 5 stelle, Coalizione civica, gruppo misto-Nessuno resti indietro), una delibera di modifica della parte operativa del Dup 2021-2023. L’immediata esecutività della delibera è stata approvata con 19 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune), 6 contrari (Lega Bologna per Salvini Premier, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna, gruppo misto-Al centro Bologna) e 6 non votanti (Movimento 5 stelle, Coalizione civica, gruppo misto-Nessuno resti indietro).