Consiglio comunale, gli ordini del giorno approvati

12

BOLOGNA – Nel corso della seduta di oggi, il Consiglio comunale ha approvato due ordini del giorno.

Il primo, presentato dalla consigliera Antonella Di Pietro (Partito Democratico) riguarda la prosecuzione di azioni di contrasto al digital divide rivolte a tutta la popolazione in difficoltà. Firmato dai consiglieri e consigliere Toschi, Campaniello, Cima, Ceretti, Gaigher, De Giacomi, De Martino, Monticelli, Naldi, Bittini, Mazzanti, Fattori, Iovine, Bernagozzi, Sartori (Partito Democratico), l’ordine del giorno è stato approvato all’unanimità.

Il secondo ordine del giorno, presentato dalla consigliera Roberta Toschi (Partito Democratico) invita a riconoscere la salute come diritto fondamentale universale e a sostenere, con la Regione Emilia-Romagna, la necessità che vi sia da parte dello Stato il riconoscimento e il rimborso delle spese sostenute per la gestione della pandemia Covid e per le spese energetiche, per scongiurare tagli o riduzioni dei servizi sociosanitari ai cittadini. Firmato dai consiglieri e consigliere Campaniello, De Giacomi, Bernagozzi, Bittini, Naldi, Monticelli, Iovine, Gaigher, Di Pietro, Mazzanti, Cima, De Martino, Ceretti (Partito Democratico) è stato approvato con 21 voti favorevoli (Partito Democratico, Coalizione civica, Anche Tu Conti, Lepore Sindaco, Articolo 1) , 3 astenuti (Bologna ci piace, Forza Italia) e 7 non votanti (Fratelli d’Italia, Lega Salvini Premier).