Consiglio comunale di Bologna, gli ordini del giorno approvati

41

BOLOGNA – Nel corso della seduta di oggi, il Consiglio comunale ha approvato due ordini del giorno in tema di gestione del Coronavirus.

Il primo riguarda la tutela salariale di tutte le figure professionali nelle scuole chiuse per le misure preventive in vigore, è stato presentato a inizio seduta dalla consigliera Addolorata Palumbo (gruppo misto-Nessuno resti indietro), poi modificato in aula accogliendo le modifiche del consigliere Andrea Colombo (Partito Democratico) e firmato oltre che da Palumbo e Colombo, dai consiglieri Federica Mazzoni, Isabella Angiuli, Maria Caterina Manca, Santi Casali e Michele Campaniello (Partito Democratico) e dai gruppi consiliari Coalizione civica e Insieme Bologna.

L’ordine del giorno è stato votato per parti separate e poi approvato nella sua interezza con 25 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune, Movimento 5 stelle, Insieme Bologna, Coalizione civica, gruppo misto-Nessuno resti indietro, gruppi misto-Al centro Bologna) e 5 astenuti (Lega nord, Fratelli d’Italia).

Il secondo ordine del giorno, presentato a inizio seduta dal consigliere Michele Campaniello (Partito Democratico) riguarda il monitoraggio delle misure emergenziali adottate e chiede l’adozione di misure a sostegno di settori economici, imprese e lavoratori penalizzati dalla esse.

Firmato anche dai consiglieri Luisa Guidone, Vinicio Zanetti, Simona Lembi, Gabriella Montera, Mariaraffaella Ferri, Giulia Di Girolamo, Loretta Bittini (Partito Democratico), Massimo Bugani (Movimento 5 stelle) e dai gruppi consiliari misto-Nessuno resti indietro e Coalizione civica, l’ordine del giorno è stato approvato con 20 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune, Movimento 5 stelle, Coalizione civica, gruppo misto-Nessuno resti indietro, gruppi misto-Al centro Bologna) e 6 astenuti (Lega nord, Insieme Bologna, Fratelli d’Italia).

Ordine del giorno su lavoratori scuola
Ordine del giorno su settori economici colpiti