Concerto pianistico a cura di Francesco Libetta il 20 agosto a Longiano

13

Sabato alle ore 21.00 continua la rassegna Sagge sono le Muse nella splendida arena Carlo Malatesta

LONGIANO (FC) – Continua la rassegna Sagge sono le Muse edizione del trentennale e sabato 20 agosto nella splendida, unica e poetica arena Carlo Malatesta un concerto pianistico a cura del grande maestro Francesco Libetta. Sul palco si alterneranno Carlotta Maestrini, Rosamaria Macaluso, Giovanni Mascia, giovani e giovanissimi musicisti che già hanno un importantissimo curriculum nazionale ed internazionale e che presto faranno la differenza nel panorama musicale.

Per la serata il Maestro Libetta ha preparato un repertorio che esalta il virtuosismo di ognuno di loro e realizzato appositamente per rassegna Sagge sono le Muse 2022.

Ringraziamo il M° Libetta per la sorpresa che ha voluto dedicarci.

Programma

  1. Brahms  – Danza ungherese n. 4

a 4 mani M° Francesco Libetta e Rosamaria Macaluso

J.Brahms  – Variazioni su Paganini II libro

Rosamaria Macaluso

C.Debussy –  En bateau

a 4 mani M° Francesco Libetta e Giovanni Mascia

  1. Liszt –  San Francesco da Paola

Giovanni Mascia

  1. Schumann – Variazionj Abegg
  2. Liszt –  Seconda Ballata

Carlotta Maestrini

  1. Schubert –  Marcia Militare in Re

a 4 mani M° Francesco Libetta e Carlotta  Maestrini

  1. Chaminade – Les Noces d’argent

a 8 mani Rosamaria Macaluso, Carlotta Maestrini, Giovanni Mascia, M° Francesco Libetta

La Fondazione Tito Balestra da molti anni si occupa di arte in tutte le sue sfaccettature e soprattutto si occupa dei giovani e della loro crescita culturale, dando loro uno spazio dove esaltare il proprio talento. Questo è infatti uno degli obiettivi principali della rassegna estiva Sagge Sono le Muse, ed è anche il punto di partenza da cui nascono mostre ed eventi, come per la mostra “Secondo Orizzonte” a cura di Vanni Cuoghi, per la quale quattordici artisti emergenti hanno creato altrettante opere ispirate alle poesie di Tito Balestra (visitabile fino al 28 Agosto 2022) e il primo concorso di composizione musicale, sempre ispirato a Tito Balestra che ha suscitato grande interesse.

La direzione invita tutti a arrivare almeno un’ora prima per poter visitare le sale del museo dove sarà possibile ammirare una delle collezioni più importanti di arte moderna e contemporanea della regione.

Tutti gli appuntamenti di Sagge sono le Muse 0547 665850  oppure via mail a info@fondazionetitobalestra.orgsono ad ingresso libero fino ad esaurimento posti consigliata la prenotazione allo 0547 665850  oppure via mail a info@fondazionetitobalestra.org

Orari apertura di Agosto dal martedì alla domenica dalle 16.00 alle  20.00

Prossimo appuntamento Sabato 27 agosto ore 21:00   Arena Carlo Malatesta – Castello Malatestiano

Concerto per pianoforte a cura  M° Marcello Mazzoni Musiche di Beethoven, Chopin, Brahms, Mozart.

Sagge sono le Muse è organizzata dalla Fondazione Tito Balestra onlus in collaborazione con San Marino Artist, San Marino International Music Summer Courses e gode del patrocinio della Regione Emilia Romagna e del Comune di Longiano e del contributo di Romagna Iniziative

Carlotta Maestrini, 16 anni, è allieva di Andrea Lucchesini e frequenta il suo Corso di Alto Perfezionamento presso la Scuola di Musica di Fiesole. Vincitrice di numerosi premi in diversi Concorsi tra cui G.Campochiaro, Steinway di Verona, Eliodoro Sollima, Premio Abbado, Ibla, debutta a soli 10 anni con il Concerto di Haydn in re Maggiore per piano e Orchestra a Lecce diretta da Francesco Libetta. Ha suonato al Teatro Bellini di Catania, a Palermo al Teatro Massimo col Concerto K.40 di Mozart , ha inaugurato i 100 Cellos alla RAI diretta da Giovanni Sollima; si è esibita a Martina Franca , a Roma con l’Orchestra Notturna Clandestina per il Rave ed. 2018 e 2019 diretta da Giovanni Sollima e Enrico Melozzi, all’Accademia Filarmonica Romana per “Stupore”, a Terni per la Filarmonica Umbra, a Firenze a Palazzo Pitti, a Empoli per “Fortissimissimo Metropolitano” in collaborazione con gli Amici della Musica di Firenze, a Scandicci in occasione dei 40 anni di carriera di A. Lucchesini, a Milano presso la Basilica di S.Ambrogio dove ha eseguito il concerto K.40 di Mozart con l’Orchestra Coccia di Novara diretta da M.Caldi. Più volte ospite negli Stati Uniti, ha suonato il concerto di Haydn in Re Magg. con l’Orchestra di Greenwich diretta da Tara Simoncic nel 2016 e a Gennaio 2019 è stata invitata al Key Biscayne e al Miami Piano Festival. Premio “Città dei Talenti” 2018, a Dicembre 2019 la rivista Amadeus in occasione del trentennale le ha dedicato uno spazio speciale pubblicando in anteprima download il suo primo cd dal titolo l’Alouette registrato presso Bartok Studio nel Settembre dello stesso anno. Il cd è stato pubblicato a Ottobre 2020 dall’etichetta discografica Movimento Classical. In duo con Giovanni Sollima ha suonato alle sale Apollinee del Teatro La Fenice di Venezia, al Ridotto Toscanini del Teatro alla Scala di Milano, a Tropea e al Ravenna Festival. Insieme hanno appena inciso un cd, “Untitled”, con musiche di Beethoven, Mendelssohn, E.Sollima e G.Sollima, per Movimento Classical. Dal 2019 Carlotta è sostenuta da Musica con le ali, associazione patrocinata da Carlo Hruby che si occupa dei giovani talenti italiani.

Rosamaria Macaluso, classe 2003, debutta a soli 10 anni con l’orchestra Sinfonica Siciliana al Politeama Garibaldi di Palermo. Vincitrice di numerosi concorsi (Ibla Grand Prize, Premio Abbado, Concorso città di Cremona, Concorso Internazionale di Foggia, Premio Hermes 2019, Premio Crescendo della F.O.S.S), ha eseguito con la Foss il Koncerstücke di C. Chaminade sotto la direzione di J. L.Tingaud. Insieme agli studi al Conservatorio di Palermo segue il corso di alto perfezionamento tenuto da Andrea Lucchesini alla Scuola di Musica di Fiesole. Ha all’attivo numerosi concerti: Sala Piatti a Bergamo, A.d.M Palermo, Rovereto, A.Filarmonica Romana, G.A.M di Milano, Scandicci, A.d.M di Firenze. È sostenuta dall’associazione Musica con le Ali che promuove i migliori talenti italiani. Vincitrice del concorso “Attraverso i suoni” 2022 organizzato da A.Gi.Mus. Firenze – Arezzo e A.Gi.Mus. Grosseto, in collaborazione con Fondazione CR Firenze, si è appena esibita in un recital al ridotto Toscanini del Teatro alla Scala.

Giovanni Mascia, classe 2003, si Diploma in Pianoforte vecchio ordinamento presso Conservatorio statale di musica “Nicola Sala” di Benevento con voto 10 Lode e menzione. Giovanissimo partecipa ai concorsi pianistici conseguendo i seguenti risultati: 2011 – 1º Premio Assoluto 3° Concorso “Città di Airola”, Benevento (sez. Pianoforte, cat. Prime note); 2012 – 1º Premio Assoluto 5° Concorso “Mirabello in Musica”, Campobasso (sez. Pianoforte, cat. Prime note); 2013 –  1º Premio 6° Concorso pianistico nazionale “A.da Caserta” Caserta, sez. Pianoforte, cat. A; 2015 – 1º Premio X Concorso Int. “L.Denza” Castellammare di Stabia, sez. Pianoforte, cat. A; 2015 – 1º Premio Concorso Internazionale “Napolinova” Napoli, sez. Pianoforte, cat. B; 2016 – 1º Premio XIX Concorso Internazionale “P.Argento” Gioia del Colle, sez. Pianoforte, cat. B; 2019 – 1º Premio Concorso “Città di Airola” Benevento, sez. Duo pianoforte-violino, cat. C; 2020 – 1º Premio Concorso internazionale “Innocente Lombardi” Pompei, sez. Pianoforte, cat. C;  2020 – 3º Premio Concorso internazionale “Napolinova”, sez. Pianoforte, cat. D; 2020 – 2º Premio X “Piano talent competition” Milano, cat.F; 2021 – 3º Premio Concorso pianistico internazionale “Humberto Quagliata” Città di San Giovanni Valdarno, cat. D 2º; 2021 – Premio LAMS Matera, sez. Pianoforte, cat.C; 2022 – 1º Premio Concorso pianistico europeo “Don Enrico Smaldone” Angri, cat. F.

Ha partecipato alle masterclass presso il conservatorio “Nicola Sala” di Benevento seguendo i corsi di: M° Michele Marvulli (2016) – M° Bruno Canino (2017) – M° Nazareno Ferruggio (2018) – M° Ciro Longobardi (2018) – M° Alexander Romanovsky (2018).

Sue performance negli anni 2014, 2017, 2018, 2021 alla Festa Europea della Musica – Benevento e nel 2014 al Napoli Recital Pianistico – Piano City 2014.

FRANCESCO LIBETTA

La sua formazione artistica si è sviluppata soprattutto in Francia e in Russia. Ha studiato pianoforte con Vittoria De Donno a Lecce, composizione con Gino Marinuzzi a Roma e Jacques Castérède a Parigi. Dopo essersi imposto all’attenzione internazionale nel 2000 al Miami International Piano Festival of Discovery, è stato invitato in stagioni concertistiche negli Stati Uniti, a Londra, Parigi, Stoccolma, Oslo, Barcellona, Hong Kong, Tokyo e Osaka. Si esibisce in alcune delle più importanti istituzioni musicali, quali il Teatro alla Scala di Milano – sia da solista che in quartetto con il Trio d’archi della Scala – e la Carnegie Hall di New York.

Come direttore d’orchestra ha collaborato con I Filarmonici di Verona, la Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli, l’orchestra del Teatro Nazionale di Tirana.

Ha eseguito registrazioni (pubblicate anche negli Stati Uniti) delle Variazioni Diabelli di Beethoven, le trascrizioni di Liszt delle opere wagneriane, di Mozart, brani di Debussy, Brahms, Ravel e Chopin, numerose opere di Schumann, l’integrale della musica per tastiera di Georg Friedrich Händel.

Ha eseguito le 32 sonate di Beethoven per pianoforte, l’integrale pianistica di Chopin e la “prima assoluta” (1990) dei 53 Studi di Leopold Godowsky sugli Studi di Chopin.

Il regista Bruno Monsaingeon ha dedicato un filmato, premiato con il Diapason d’Or e lo CHOC – Le Monde de la Musique, al concerto da lui eseguito al Festival pianistico di Roque d’Anthéron.

Direttore dei master di pianoforte della Fondazione P. Grassi di Martina Franca, docente presso la Miami Piano Festival Academy in Florida, presso la AIMA di Roma, e presso la Musical Arts di Madrid, ha insegnato per vent’anni musica da camera presso il Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, dimettendosi nel 2020.

Nel 2005 appare nel film “Musikanten” di Franco Battiato, con cui collabora anche successivamente.

Nel 2009 è stata prodotta la sua opera musicale “Ottocento”, scritta in collaborazione con il coreografo e regista Fredy Franzutti (Otranto – Agosto 2009. Ripresa a Roma, Auditorium di via della Conciliazione – Gennaio 2010). Viene messa in scena la storia dell’assedio subito da Otranto nel 1480.

Nel 2010 la casa discografica statunitense Marston lo include in una antologia di interpreti chopiniani storici, che a partire da Pabst include de Pachmann, Friedman, Paderewski, Rubinstein, Lipatti, Bartok, etc., e un unico altro italiano: Busoni.

È direttore artistico del “Miami International Piano Festival in Lecce” e dal 2003 è fondatore e presidente dell’Associazione Nireo, che promuove la riscoperta di brani e autori quasi dimenticati, anche attraverso la ripubblicazione discografica.

Nel 2018 pubblica il libro “Musicista in pochi decenni – Idoli, opinioni, esperienze sulla strada del successo sicuro”, ironica e interessante riflessione sul mondo pianistico odierno.

LONGIANO (FC) CASTELLO MALATESTIANO

FONDAZIONE TITO BALESTRA

RASSEGNA SAGGE SONO LE MUSE

ARENA CARLO MALATESTA

SABATO 20 AGOSTO  ORE 21.00

CONCERTO PIANISTICO A CURA DEL MAESTRO FRANCESCO LIBETTA

MUSICHE DI BEETHOVEN, CHOPIN, BRAHMS

Ingresso libero