Campionato di Scacchi presso il Circolo Rapid – Interprovinciale Under 18 – 7/8/9 maggio

28

PARMA – Campionato di Scacchi presso il Circolo Rapid il patrocinio del Comune di Parma per questo weekend di Maggio che ha visto il saluto anche del Vice Sindaco e Assessore allo Sport Marco Bosi. Una manifestazione che si svolgerà in due tappe rispettando i protocolli sanitari del Coni e della Federazione Scacchistica. Il 7/8/9 maggio ai tavoli per competere nel Campionato Giovanile Interprovinciale Under 18 di Parma, Piacenza e Reggio Emilia come fase di qualificazione alla finale del XXXIII Campionato Italiano Giovanile. “Dal punto di vista sportivo lo slogan di Parma da questo fine settimana è RI-ATTIVIAMOCI.” ha commentato Marco Bosi “Grazie al lavoro degli organizzatori ha potuto riprendere anche un’attività affascinante come gli scacchi dopo tanti mesi di blocco. In tantissimi, associazioni, atleti, istruttori stiamo lavorando in tutto il territorio per riprendere le attività, a tutti i livelli e nessuna disciplina esclusa”.  Il successivo,  14/15/16 maggio, la competizione al Circolo Rapid riprenderà con un importante Open Internazionale. 

“Si tratta di un’iniziativa” commenta il Presidente di ASD Scacchistica Parmense Luciano Fischetti promotrice dell’evento “che si propone di rivitalizzare e rilanciare il movimento scacchistico che, come tutte le altre discipline sportive, è fermo ormai da più di un anno, senza la possibilità di partecipare a corsi o tornei. Una situazione che ha toccato soprattutto i dilettanti, ragazzi che per anni hanno studiato con passione e che hanno dilapidato oltre un anno in una forzata inattività Ora rispettando i protocolli possiamo finalmente ripartire e questo torneo dimostra quale sia la partecipazione e l’attenzione che si muove intorno a questa disciplina e come Parma si una città dove gli scacchi vengono praticati e possa vantare giocatori di ottimo livello”.

Ad accogliere la ri-apertura delle partite anche Letizia Piferi neo presidentessa del Circolo Rapid che ha investito molto sui dispositivi di sicurezza presenti ad ogni tavolo, sia della sala per gli scacchi che di quella dedicata alle partite di Bridge e Burraco. “È stato impegnativo e ha richiesto molte risorse adeguarci ai protocolli. Io, però, sono una volontaria dell’Assistenza e voglio che all’interno della nostra attività sia garantita al 100% la prevenzione del contagio. Tutto il lavoro fatto è stato già ricompensato da questo avvio con questi giovani, dal loro entusiasmo di potersi trovare in competizione dopo tanto tempo. Una gara tra ragazzi è sempre bella da vedere, ma come donna, ho anche avuto la soddisfazione di vedere tra le prime partite l’exploit di Beatrice, 10 anni, che in 4 mosse ha dato scacco matto al suo avversario. Stanno crescendo “Regine degli Scacchi” anche a Parma e dopo 15 mesi finalmente hanno potuto disputare una gara”.     

Tra una settimana i tavoli del Rapid saranno impegnati da un torneo FSI, che vedrà sfidarsi giocatori con tessera Agonistica. Una competizione che la stessa federazione ha definito di “preminente interesse nazionale” e che vedrà un massimo di 70 partecipanti da tutta Italia .