Bussì – Il trasporto a chiamata di Cesena resterà gratuito fino a sabato 1° aprile (FOTO)

11

Sono 1000 gli iscritti all’app MyStart

CESENA – Raggiungere le zone più centrali della città è più facile. Grazie all’introduzione di “BusSì”, servizio di trasporto a chiamata introdotto dall’Amministrazione comunale, in collaborazione con Start Romagna, ad integrazione del trasporto pubblico esistente, tutti i cittadini che vivono nelle frazioni e che spesso non dispongono di mezzi propri per potersi spostare possono raggiungere i punti di interscambio della città. La novità è stata introdotta il 14 novembre scorso e ad oggi l’App MyStart conta 1000 iscritti, equamente distribuiti sulle due linee, che coprono la parte Est e la parte Ovest di Cesena.

Proprio con lo scopo di garantire a tutti i cittadini di meglio conoscere il servizio e di familiarizzare con lo stesso, l’Amministrazione comunale proroga la gratuità fino a sabato 1° aprile.

“Questo nuovo servizio di trasporto pubblico – commenta l’Assessora alla Mobilità Sostenibile e alla Viabilità Francesca Lucchi – guarda principalmente alle periferie e a tutti quei luoghi della nostra città poco serviti. Nel corso di queste prime settimane di sperimentazione ‘Bussì’ è stato fruito da persone anziane, da giovani che si spostano dalla propria zona per praticare sport e anche da lavoratori. Tuttavia è necessario promuovere ulteriormente il trasporto a chiamata rendendolo gratuito fino alla primavera per consentire a tutti di sperimentarlo. A questo proposito, organizzeremo anche alcuni incontri nei Quartieri per spiegarne il funzionamento e per consentire a tutti, soprattutto alle fasce di popolazione meno digitalizzata, di utilizzare in piena autonomia l’App e di prenotare la propria chiamata”.

Con il progetto BUSSì il Comune di Cesena intende perseguire l’obiettivo, previsto nel più ampio scenario del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile e del progetto denominato E PUR TI MUOVI!, di sviluppare nuove forme di mobilità andando a stimolare comportamenti più sostenibili. Questa  prima fase del servizio è sperimentale, sarà perciò molto importante il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati, primi fra tutti gli utilizzatori. Sulla base dell’utilizzo che ne faranno i cittadini, ai loro suggerimenti e al loro gradimento, l’Amministrazione comunale valuterà future modifiche.

IL SERVIZIO. Il servizio viene effettuato con 2 autobus da 12 posti, con la possibilità di acceso da parte persone in carrozzina. La richiesta di accesso con veicolo attrezzato viene gestita dall’applicazione. Le fermate sono circa 130 e sono riconoscibili dalla presenza di un pannello appositamente realizzato per individuare il servizio. Il servizio, attivo nei giorni feriali dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 15 alle ore 19, resterà gratuito fino al 1° aprile per consentire a tutti i cittadini di conoscerlo e sperimentarlo.

Ma come funziona? Gli utenti potranno scaricare l’applicazione “Mystart” sul telefono (è disponibile gratuitamente per Ios e Android) con lo scopo di prenotare in tempo reale il servizio dalla fermata attiva più vicina fino alla fermata di destinazione oppure prenotare un itinerario per un giorno stabilito. Il sistema invierà notifiche dettagliate all’utente informandolo circa i tempi di attesa, durata del percorso e localizzazione del mezzo in arrivo.