Apertura di un nuovo presidio di Pubblica Sicurezza o un Commissariato a Casalecchio di Reno

44

Ordine del giorno approvato ieri all’unanimità dal Consiglio metropolitano

BOLOGNA – Il Consiglio metropolitano ha approvato all’unanimità, nella seduta di ieri pomeriggio, un ordine del giorno a sostegno dell’apertura “di un nuovo presidio di Pubblica Sicurezza o un Commissariato, utile per il territorio dell‘Unione a tutela della sicurezza di tutti i cittadini e gli utenti che transitano quotidianamente sul nostro territorio” nonché ad “essere parte attiva al tavolo di confronto sul territorio, che la Regione (su richiesta delle forze politiche), dovrà promuovere e convocare, con tutti i soggetti portatori di interesse per sostenere la richiesta della cittadinanza volto ad aprire un nuovo presidio di Pubblica Sicurezza o un Commissariato, utile per il territorio dell‘Unione a tutela della sicurezza di tutti i cittadini e gli utenti che transitano quotidianamente sul nostro territorio”.

Il testo approvato è stato sottoscritto dai consiglieri Marta Evangelisti ed Erika Seta di Uniti per l’Alternativa, da Alessandro Santoni e Lorenzo Mengoli di Rete Civica e da Raffaele Persiano del PD ed è frutto di alcuni emendamenti proposti da quest’ultimo al testo originale presentato dai consiglieri dei gruppi Uniti per l’Alternativa e Rete Civica.

Di seguito il testo approvato.

PREMESSO CHE

il 5 ottobre ha chiuso il distaccamento della Polizia stradale di Casalecchio così come annunciato con decreto del 20 dicembre scorso del Capo della Polizia;

Casalecchio di Reno è uno dei maggiori centri strategici fulcro di uno snodo stradale fortemente congestionato che necessita di adeguata vigilanza, anche per questo il distaccamento della Polizia Stradale era un riferimento importante per la sicurezza stradale in un territorio che presenta importanti criticità di viabilità, afflussi di utenza correlati ad una concentrazione di aree commerciali ed agli eventi presso Unipol Arena.

RILEVATO CHE

con la chiusura del distaccamento, è stato cancellato un punto di riferimento per il territorio, per le attività commerciali ed i cittadini in una realtà che da 37.000 abitanti diventa di 100.000 a causa di tutte le attività presenti nella zona durante la giornata;

 la decisione di chiusura del distaccamento è stata attuata nonostante la richiesta del territorio, di tutte le forze politiche e l’offerta del Comune di Casalecchio di mettere a disposizione nuovi locali per la Polizia Stradale, senza costi di locazione e di utenze.

ATTESO CHE

è auspicabile un cambiamento ed un ripensamento delle decisioni prese, al fine di pervenire alla riapertura di un vero e proprio presidio di Pubblica Sicurezza valorizzato e più funzionale alle nuove e mutate esigenze del nostro territorio e di tutto il territorio dell’Unione dei Comuni

Reno Lavino Samoggia; la contrarietà alla decisione di soppressione del distaccamento ha ricevuto il sostegno trasversale di tutte le forze politiche, economiche e sociali del territorio;

già il Consiglio Comunale di Casalecchio di Reno ha votato all’unanimità, nella seduta del 26.11 u.s., il medesimo ordine del giorno ed un testo simile verrà presentato nelle prossime ore in Regione firmato da tutti i gruppi assembleari.

SOTTOLINEA

 

l’impegno e la grande e positiva collaborazione con l’Arma dei Carabinieri, che opera con massimo impegno ogni giorno e che merita un rafforzamento dell’attuale stazione   con eventuale trasformazione in Tenenza,

Il Consiglio Metropolitano si impegna

 

A essere parte attiva al tavolo di confronto sul territorio, che la Regione (su richiesta delle forze politiche), dovrà promuovere e convocare, con tutti i soggetti portatori di interesse per sostenere la richiesta della cittadinanza volto ad aprire un nuovo presidio di Pubblica Sicurezza o un Commissariato, utile per il territorio dell‘Unione a tutela della sicurezza di tutti i cittadini e gli utenti che transitano quotidianamente sul nostro territorio.