Alla Tenda di Modena per “Cantautori su Marte” arriva Motta

80

Il cantante e polistrumentista sul palco di viale Monte Kosica giovedì 16 marzo alle 21.30 per un incontro con il pubblico tra parole e musica. L’ingresso è libero

MOTTA-ph-claudia-pajewskiMODENA – Cantante, polistrumentista e autore di testi, Francesco Motta sarà sul palco della Tenda di viale Monte Kosica, giovedì 16 marzo, per il terzo appuntamento della rassegna “Cantautori su Marte”, incontri fra parole e musica per fare il punto sulla canzone d’autore. La serata inizia alle 21.30 e l’ingresso è libero e gratuito fino al raggiungimento della capienza massima (è consigliata la prenotazione sul sito http://latenda.eventbrite.it/).

La rassegna “Cantautori su Marte. Quattro incontri senza gravità sulla canzone d’autore” è promossa dal Centro Musica di Modena nell’ambito del progetto Sonda, con la direzione artistica di Corrado Nuccini (Giardini di Mirò) e la grafica curata da Luca Lumaca.

Dopo il successo di giovedì 2 marzo con Cosmo, che ha registrato il tutto esaurito alla Tenda, giovedì 16 è la volta del trentenne Francesco Motta che ha esordito nel 2006 nei Criminal Jokers, band pisana con la quale ha inciso due dischi. Nello stesso periodo ha collaborato con Nada, il Pan del diavolo, Zen circus e Giovanni Truppi. Il suo primo disco solista, “La fine dei vent’anni”, si è aggiudicato il Premio Tenco 2016 nella categoria “Opera prima”.

A condurre la serata modenese, come negli altri appuntamenti, sarà Francesco Locane, speaker radiofonico e caporedattore musicale per Radio Città del Capo, mediapartner della rassegna.

La rassegna “Cantautori su Marte”, che ha l’obiettivo di riflettere sul cantautorato di ieri e di oggi, sulla composizione e la diffusione delle canzoni e sulla strada che ha preso la canzone d’autore negli ultimi anni, si concluderà giovedì 30 marzo con Dente.